CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana, Bandecchi fra tifosi, rilancio e… museo. Tagliavento sarà il vice

Calcio Sport

Ternana, Bandecchi fra tifosi, rilancio e… museo. Tagliavento sarà il vice

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – Le dimissioni di Ranucci non colgono di sorpresa sono poco più di un atto formale, visto che l’ormai ex numero uno della Ternana era già stato destinato ad altro incarico presso la Unicusano, del quale è presidente del Cda. Stefano Bandecchi oggi ha debuttato da presidente incontrando i tifosi- i gruppi organizzati, come aveva annunciato – e poi incontrando la stampa, alla quale ha consegnato la nomina di Paolo Tagliavento vicepresidente. Ma andiamo con ordine.

Ranucci saluta. In mattinata, come abbiamo riferito, la nota di Ranucci, nella quale saluta con affetto la città ed i tifosi: “Ci sarà sempre la mia sciarpa rossoverde ad accompagnarmi in ogni sede estera dell’Unicusano”, conclude il manager romano, che  a questo punto esce di scena e certamente questo potrebbe cambiare molte cose negli equilibri interni, che spesso avevano evidenziato anche punti di vista diversi.

Tagliavento vice. Bandecchi, parlando con la stampa da presidente, nella sua prima uscita ufficiale, spiega che Paolo Tagliavento salirà di grado col ruolo di vice e rilancia: “Nessuno adesso può avere dubbi se vado o resto, sui soldi, gli investimenti o altro: adesso ci metto la faccia più di prima”, ha spiegato Bandecchi. Solo poche ore prima era circolata la voce, poi smentita dall’avvocato Proietti, di una trattativa con una cordata lombarda per la cessione.

Incontri coi tifosi. Il patron è atterrato all’antistadio alle 10.15, in elicottero ed ha incontrato la tifoseria organizzata, 20 minuti a gruppo. Anacleto Petigliani, di Roca Rossoverde, spiega: “Abbiamo visto Bandecchi molto motivato, ma anche consapevole degli errori che ci sono stati nella gestione societaria,  che nell’ultimo anno e mezzo non si è costruito nulla, e noi siamo stati messi alla ‘berlina’, perchè sono stati spesi tanti soldi  facendosi prendere in giro dai vari procuratori, che non hanno consentito di costruire una squadra all’altezza. Ha capito che c’è la necessità di affidarsi a persone di calcio, per uscire fuori da questo momento negativo che rischia addirittura di portarci in serie D”.

Ai tifosi, Tagliavento ha spiegato che  si avvarrà di poche persone, ma motivate ed esperte di calcio, a partire dal settore giovanile, sottolineando come  il ruolo dei tifosi sia important e, che la società deve collaborare con loro, chiedendo  un incontro unitario, perchè crede che la tifoseria debba viaggiare unita e senza divisioni“.  Bandecchi ha spiegato poi. “Oggi ho conosciuto una tifoseria bella e matura, farò di nuovo questi incontri, li ritengo molto importanti, io tengo molto alla Ternana, farò tante cose per la Ternana, per aiutare Terni dal punto di vista imprenditoriale . La squadra ora va sostenuta , è un momento difficile,ma ricordatevi sempre che quando si perde o si vince io sono con voi tifosi, ora dobbiamo guardare avanti insieme.”

Museo. Dall’incontro poi è emersa, tramite Marco Barcarotti di Rocca Rossoverde, la possibilità di realizzare un museo delle Fere, col materiale d’archivio dello stesso tifoso, memoria storia rossoverde. Bandecchi ha dato il suo appoggio.

Subito punti. Al termine, Bandecchi si è diretto a Cascia, dove la squadra è in ritiro per preparare la gara col Monza, che a questo punto diventa già determinante. Quella di Gubbio, invece, si giocherà in posticipo lunedì 11 marzo alle 20.45, con diretta Rai Sport.

Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1