CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Ternana, Bandecchi: “De Canio per la svolta”. Mariani torna in Primavera

Calcio Terni Sport

Ternana, Bandecchi: “De Canio per la svolta”. Mariani torna in Primavera

Emanuele Lombardini
Condividi

TERNI – La notizia anticipata ieri è stata confermata oggi da Stefano Bandecchi, patron rossoverde: Luigi De Canio è il nuovo tecnico della Ternana. Arriverà domani e si presenterà alla stampa: per lui un contratto per tre stagioni (quella attuale più altre due): “E una opzione per la serie A”, spiega Bandecchi in conferenza stampa

Arriverà con un vice ed un altro collaboratore, ma il secondo non sarà quello storico, Giovanni Pagliari, fratello dell’ex rossoverde Dino tecnico del Gubbio.: “Gigi naturalmente mi ha chiamato – rivela Giovanni ad Antonelloferroni.it-, ma a momenti non l’ho nemmeno fatto parlare. Sia chiaro, non è per mancanza di rispetto nei confronti dei ternani, ma io ho esultato con la maglia biancorossa sul petto, ho allenato il Grifo e sono nel museo a Pian di Massiano. Non se ne parla nemmeno. Con Gigi in panchina tra l’altro la Ternana rischia di salvarsi, è un grande allenatore e sarebbe stata una grande opportunità, ma non ho avuto il minimo dubbio, preferisco portare a spasso il cane. Io martedì sarò al Curi per vedere il Perugia, sono innamorato della curva, dei tifosi e della città. Alla Ternana e in particolare a Gigi auguro la salvezza, ma quando sei innamorato non esiste al mondo…”

Obiettivo resta lo stesso. Bandecchi ha spiegato di aver voluto De Canio perchè ha i suoi stessi obiettivi: “Nella malaugurata ipotesi dovessimo retrocedere- ha detto il patron- si è detto pronto a risalire la china con noi. Oggi arriva un allenatore di Serie A, che ha lavorato in C con squadre arrivate in massima serie. Non c’è nulla in più da dire su di lui, parliamo di una persona che poteva scegliere anche di andare in A, ma ha scelto Terni (cosa che l’anno scorso, cercato, non fece ndr). Spero che la tifoseria gli vorrà bene”.

Cambio di rotta e svincolati. Poi lo sprone alla squadra: “E’ chiaro che io adesso mi aspetto un cambio di marcia dai nostri calciatori – spiega –  adesso che avranno un allenatore importante e prestigioso, che potrà fargli esprimere il massimo Non voglio parlare per De Canio, che è un uomo maturo e che chiacchiera poco. Mi viene da pensare che abbia accettato perchè ha visto situazioni positive da far emergere da questa squadra”. A questo proposito, Bandecchi ha confermato le trattative per uno svincolato: “Stiamo guardando anche all’estero, perchè forse ne troviamo di pronti, mentre chi è italiano è fermo da più tempo. Ma sentiremo anche De Canio”. Circolano i nomi di Rolando Bianchi, centravanti di lungo corso e del brasiliano ex Catania e Crotone Caetano Calil. A centrocampo invece, a De Canio piacerebbe il bulgaro Aleksandar Tonev, appena svincolatosi dal Crotone. In difesa invece, l’idea è Giandomenico Mesto, 36 anni, reduce dall’esperienza al Panathinaikos e già allenato alla Reggina

Mariani torna in Primavera. Ferruccio Mariani tornerà ad allenare la Primavera: “Quando ho esonerato Pochesci avevamo necessità di cambiare, ma non c’era ancora il nome – spiega Bandecchi – e io gli ho chiesto il sacrificio di prendere in mano la squadra, avvertendolo che avrebbe avuto tutti contro, a cominciare dal pubblico. Lo ringrazio perchè solo un uomo di azienda come lui avrebbe potuto accettare un incarico così, non sapendo fra l’altro per quanto tempo sarebbe durato visto che nel frattempo avevamo intavolato la trattativa con De Canio, nostra prima scelta. Avrebbe potuto dirlo da subito che era solo di passaggio, e invece si è assunto le responsabilità in silenzio. Per questo ho voluto che restasse con noi

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere