CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Teleterni, meno cinque alla ripartenza: sport e news motori del progetto

Terni Cultura e Spettacolo

Teleterni, meno cinque alla ripartenza: sport e news motori del progetto

Redazione
Condividi

TERNI – Il conto alla rovescia che da qualche giorno accompagna i telespettatori sia nell’immagine fissa con la Cascata delle Marmore,  sia nelle prove tecniche, non lascia scampo: tra poco Teleterni riparte. La storica tv ternana ricomincerà le trasmissioni, sempre sul canale 15 del digitale terrestre, dopo la trasformazione in Umbria Uno e la fine dell’esperimento in nemmeno 12 mesi.

Oggi il conto alla rovescia dice “-5”, il che vuol dire che sarà sabato 26 il giorno della partenza ufficiale, con l’edizione diurna del notiziario, molto probabilmente ale ore 14, ma su questo non c’è ancora certezza.   Avevamo riferito negli scorsi articoli del progetto della ‘start up’ della tv, trainata da un imprenditore umbro coinvolto già nel precedente progetto per la gestione tecnica, ora emergono nuovi dettagli.

Nomi pesanti Il direttore delle news sarà infatti -questo è già confermato, dato che è stata fatta la variazione in Tribunale – Gigi Scardocci, storico corrispondente della Rai TGR da Terni, attualmente in pensione. Le news, insieme allo sport, saranno il motore iniziale del progetto, anche se per il momento sui nomi coinvolti (ne circolano tre, uno molto importante per popolarità cittadina sul fronte sportivo) c’è il riserbo. Poi la nuova ‘vecchia’ emittente dovrebbe inizialmente vivere su programmi pronti in attesa di definire un palinsesto chiaro.

Radio. Trova conferme anche la nostra indiscrezione che la nuova proprietà stesse cercando anche una frequenza radiofonica, dove portare un progetto sportivo: i sondaggi sul territorio non avrebbero dato esito positivo, mentre invece sarebbero andati a buon fine quelli con una emittente di fuori provincia che si ascolta anche sul territorio ternano.

Strutture La sede sarà la stessa che ha ospitato negli ultimi anni Teleterni prima e Umbria Uno poi, ovvero quella in strada di Recentino, dove hanno sede anche gli impianti di trasmissione che sono stati riattivati. Nei prossimi giorni comunque, l’emittente dovrebbe svelarsi in attesa del debutto ufficiale, forse anche sul fronte dell’assetto societario, che da quanto trapela potrebbe vedere coinvolto anche qualcun altro della prima gestione.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere