CARICAMENTO

Scrivi per cercare



“Teatro di Domenica” per tutta la famiglia tra Perugia e Foligno

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Foligno Spoleto Extra Città

“Teatro di Domenica” per tutta la famiglia tra Perugia e Foligno

Redazione cultura
Condividi

"Il più furbo" foto Del Papa

PERUGIA – Due gli spettacoli in scena domani (10 febbraio) per la rassegna di “Teatro di Domenica” a cura di Fontemaggiore Centro di Produzione Teatrale.

Al teatro Bertolt Brecht di Perugia (ore 17.00) Teatro Gioco Vita presenterà “Il più furbo” (consigliato a partire dai 3 anni). Nel folto del bosco un grande Lupo affamato incontra la piccola Cappuccetto Rosso e subito elabora un diabolico piano per mangiarsela… Sembra l’inizio dell’arcinota favola, almeno finché il Lupo, che si crede il più furbo, non infila la rosa camicia da notte della nonna con tanto di cuffietta, ed esce di casa, rimanendo chiuso fuori. Così conciato e in attesa di elaborare un nuovo, geniale piano, al Lupo non rimane che nascondersi nel bosco. Ma il bosco è un luogo molto frequentato, soprattutto dai personaggi delle fiabe, e il nostro Lupo fa imbarazzanti incontri che mettono fortemente in crisi la sua vanità. Tutti, invece di avere paura di lui, lo scambiano per un’innocua vecchietta e non fanno che rivelare le sue debolezze e sottolinearne il suo carattere umano. Un concentrato di leggerezza e d’ironia. Il lupo protagonista della storia, suscita una simpatia sincera perché a fronte della sua declamata presunzione si dimostra, nei fatti, sgraziato e goffo. Ridere di lui, in cui tutti ci possiamo riconoscere, è ridere di noi, e questo ci fa sentire tutti più umani.

Biglietteria aperta domenica dalle ore 15 (tel. 075 5272340), è attiva la prevendita on line.

All’Auditorium San Domenico di Foligno (ore 17.00) La piccionaia salirà sul palco con “Mignolina” (consigliato a partire dai 3 anni). In questa storia c’è una signora che vuole avere una bambina tutta sua. Così fa un buco nella terra e ci mette dentro un seme magico. E una mattina spunta un fiore. Dentro c’è una bambina. Piccola. Come… un ditino! E la chiamano Mignolina. “Nina, non salire in groppa alle formiche! Nina, non riempirti la bocca di briciole! Nina, presto, sali sulla tavola, altrimenti qualcuno ti pesterà!” E poi…Nina è così piccola che può entrare dentro ai buchi! I buchi dei bottoni, i buchi del formaggio con i buchi, i buchi del naso, i buchi neri!!!!”. “ Ninaaaaa…Ninaaaaa…Ninaaaaa!!!!!!” Chiama la mamma, per tutto il giorno. Ma Nina, nascosta dentro i buchi, sogna… Sogna un mondo di piccole cose, di piccoli uomini e di piccole donne che, come lei, possano giocare con le formiche e che, come lei, possano riempirsi la ​bocca con una briciola. Lo spettacolo racconta la storia di Mignolina, che Andersen inventò per una sua amica piccola e di salute cagionevole. E come tutte le sue storie, parla di diversità, di un mondo troppo grande, di un tavolo troppo alto, di persone troppo adulte. Di un viaggio alla ricerca di qualcuno di uguale, di piccolo e sorridente, di gentile e bellissimo. Tre giovani attori interpretano via via tutti i personaggi, in una dimensione onirica e surreale, con divertimento e in relazione di gioco, tra di loro e con il pubblico.

La biglietteria apre alle 15.30 (tel. 0742 344563)

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere