domenica 28 Novembre 2021 - 17:54
6.9 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Tartufo e tradizione, weekend di eventi a Citerna e Pietralunga

I due borghi altotiberini puntano su prodotti tipici, storia e cultura. Il programma completo delle due manifestazioni

CITTA’ DI CASTELLO – Fine settimana dedicato ai prodotti tipici del territorio in Alta valle del Tevere. Dopo il tradizionale avvio della Mostra mercato del tartufo di Apecchio (con annesse cantine) l’attenzione si sposta sul versante umbro con due eventi di grande richiamo nei borghi di Citerna e Pietralunga. Mentre per gli appassionati di arte, a Monte Santa Maria tiberina da non perdere il convegno e la mostra “Caravaggio e i suoi”.

Tartufo e Patata a Pietralunga. E’ giunta alla 29esima edizione la mostra mercato del tartufo e della patata bianca, in programma nei due fine settimana di 8-9 e 15-16 ottobre: l’evento è stato presentato al Sina Brufani hotel di Perugia da Mirko Ceci e Federica Radicchi, sindaco e presidente della proloco di Pietralunga, alla presenza di Antonella Brancadoro, direttore dell’associazione nazionale Città del tartufo che sta concretizzando il percorso per la candidatura Unesco de ‘La cultura del tartufo’ a patrimonio immateriale dell’umanità.

Il programma. Si parte sabato 8 ottobre alle 10.30 in piazza VII Maggio con il taglio del nastro e l’apertura degli stand espositivi di prodotti agroalimentari tipici, artigianato locale e hobbistica che, novità di quest’anno, come le taverne, saranno allestiti nel borgo antico, all’interno di strutture pubbliche e private. “Il calendario è pieno di iniziative – ha dichiarato Ceci –. Tra queste quelle che, grazie alla collaborazione della proloco, consentono di assaggiare nelle taverne non solo tartufo e patata ma tanti prodotti”. Tra gli eventi, sabato iniziano quelli che saranno appuntamenti fissi in tutte le giornate: alle 16, all’ex convento di sant’Agostino, il cooking show ‘Patata e tartufo, un matrimonio di delizie del territorio’ e alle 17, in piazza Fiorucci, i concerti inseriti nella terza edizione di ‘Jazz al tartufo & blues’. “Riproponiamo l’evento – ha proseguito Ceci – che già in passato ci aveva permesso di fare questo abbinamento. Domenica 9 ottobre, dalle 7 agli impianti sportivi, invece, ci sarà la gara di cani da tartufo, organizzata in collaborazione con l’associazione Tartufai Alta valle del Tevere, e, alle 9.30 in piazza Fiorucci, il IV raduno ‘Auto, moto e vespe  di ieri e di oggi nelle terre del bianco’, promosso dal Vespa club Fratta di Umbertide”. Sempre il 9, in occasione della giornata nazionale del camminare, con partenza alle 10 da piazza Fiorucci, una passeggiata di 7 chilometri dal borgo ai boschi di Pietralunga (per prenotazioni 349 1926899). “Torna domenica 16 – ha aggiunto Ceci – la tradizionale gara podistica La Tartufissima con centinaia e centinaia di prenotati, che partirà da piazza VII Maggio alle 9. Nell’ultimo weekend, altra importante novità, sarà possibile vedere oltre 300 tipi di patate nell’esposizione curata dai maggiori consorzi nazionali. L’evento avrà il suo culmine con il convegno, domenica 16 ottobre alle 10.30, ‘Verso la patata autentica di Pietralunga’ per ragionare del percorso che dalla Denominazione comunale di origine (Deco), di cui il prodotto già si fregia, possa portare al riconoscimento di patata autoctona”.
Le degustazioni saranno attive tutti i pomeriggio dalle 15 con chianina, norcinerie, salumi, cereali e legumi.

A Citerna “La Bisaccia del Tartufaio”.  Con il sottotitolo “Sapori e Saperi Valtiberini”, la 15esima edizione della kermesse nel borgo incastonato tra Umbria e Toscana. Protagoniste come sempre le gare gastronomiche e culinarie, le degustazioni di prodotti tipici locali, gli spettacoli, i giochi, gli  incontri culturali ed una mostra mercato dedicata alla gastronomia e all’artigianato. L’iniziativa rinnova la consueta sinergia tra l’amministrazione comunale, la Pro Loco citernese, con il presidente Fabio Rossi, e il contributo dell’Accademia italiana della gastronomia storica.
“Il programma valorizza la specificità del nostro territorio – spiega il sindaco, Giuliana Falaschi – mettendo insieme prodotti tipici ed enogastronomia, ma anche artigianato, storia e cultura. Non solo  tartufo, ma vin santo,  castagne,  produzioni di eccellenza, mestieri legati alle radici storiche di Citerna  e del suo territorio, nella cornice artistica e culturale di uno dei Borghi più Belli d’Italia.

Il programma. La manifestazione si apre la mattina del sabato 8 ottobre, alle 10, con la mostra mercato arricchendo subito il borgo di odori e sapori del territorio, poi nel primo pomeriggio personaggi del mondo dello spettacolo e giornalisti eno-gastronomici si cimenteranno nella “Caccia al tartufo”: vera e propria gara di ricerca che si concluderà  con il rito della pesatura e della proclamazione del vincitore in piazza Scipioni;  terrazza dalla quale si gode una suggestiva veduta della vallata.
Nel frattempo per chi resterà nel centro del borgo, ci sarà alle 16 in piazza Scipioni “Mani in pasta”, un momento di conoscenza del cibo e delle tradizioni offerto alle giovanissime generazioni. Seguirà alle 17 il momento “Profumo di Pizza”, una gara di preparazione tra gli addetti ai lavori e gli ospiti della manifestazione, dove si parlerà di grani e farine per l’alimentazione umana trattando un tema importante come la celiachia. Si parlerà anche di promozione territoriale con i 5 sindaci che costituiranno la giuria che stabilisce il vincitore della gara dei pizzaioli. Insieme al sindaco Falaschi infatti, saranno presenti Paolo Fratini, sindaco di San Giustino, Alessandro Polcri, sindaco di Anghiari, Alfredo Romanelli, sindaco di Monterchi, e  Mirko Rinaldi, sindaco di Montone.
Alle 19,30 “Cena in piazza” con pizza e pane di Altamura,  ciaccia e altro farciti con gli insaccati ed i prodotti tipici della cucina valtiberina. Concluderà la serata lo spettacolo nella piazza alta del paese con musicisti locali, con Fabio Fabbri e con la cantante Stefania Cento da Rai1.
Il programma proseguirà la domenica 9 ottobre con la sfilata degli Arcieri che si sfideranno nel pomeriggio per la conquista del “Palio della Bisaccia”. Seguirà la premiazione del rione vinvitore in Piazza Scipioni alla presenza del  corteo storico dell’Associazione Rinascimento nel Borgo della presidente Giovanna Fabbroni. Farà seguito un gara tra due grandi scuole di cucina, la pugliese e l’umbro-aretina che vedrà impegnati, per la squadra pugliese, Nunzia Bellomo e Palma Donofrio, coordinate da Sandro Romano e, per quella locale, Alessia Uccellini e Sara Barbara Guadagnoli, coordinate da Augusto Tocci autore, tra l’altro, del libro “Vita da Gnomo” che verrà presentato al termine dell’esibizione nella terza edizione  di “Caffè letterario”.

Un particolare riconoscimento verrà consegnato alla memoria del professore Mario Giorgio Lombardi, governatore generale dell’Accademia di Gastronomia Storica, nativo di Citerna, che tanto ha dato alla cultura enogastronomica e non solo, che ha fortemente voluto questa manifestazione nella sua terra natia.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi