lunedì 14 Giugno 2021 - 02:14
30.7 C
Rome

Supercoppa, Ternana all’assalto del Como: Lucarelli col dilemma portieri

Rossoverdi in campo alle 17 in Lombardia: out Vitali, Iannarilli non in perfette condizioni. Il tecnico: "Torniamo nel carro armato"

TERNI – Chi giocherà in porta domani pomeriggio, quando alle 17 la Ternana sfiderà allo stadio Sinigaglia il Como per il secondo match di Supercoppa? Il dilemma è questo perchè il tecnico rossoverde Cristiano Lucarelli deve fare i conti con Iannarilli che non ha ancora pienamente recuperato e con il sostituto designato Vitali che nemmeno partirà causa lesione muscolare al retto femorale della coscia sinistra.

Iannarilli è fra i convocati ma è in preallarme Casadei, che nell’ultima partita di regular season non ha brillato, tutt’altro. Il tecnico, in conferenza stampa, lo ha difeso: “Se ci sono stati errori non ha sbagliato lui  Non ho nulla da rimproveragli fra i pali, ha sbagliato una palla sbagliando il passaggio ed inoltre c’è fallo e fuorigioco di Marotta. Non me la prendo però con gli arbitri: non lo abbiamo fatto quando ancora dovevamo vincere non lo avremmo fatto dopo. Sapevamo che nelle ultime partite ci avrebbero mandato fischietti giovani. Su quel gol l’unico errore di Casadei è nel passaggio, quindi è un errore da mediano più che da portiere. Col Var quel gol sarebbe stato annullato”.

L’avversario. I rossoverdi devono vincere, meglio se con due gol di scarto, per potersi giocare poi il derby al meglio contro il Perugia sabato prossimo. Testa concentrata sui lariani: ” Il Como assomiglia molto per il gioco a noi ed al Teramo: dovremo essere bravi a rientrare nel carro armato, anche se non è facile perché è troppo tempo che abbiamo vinto e sarà difficile.  Domani è un’incognita. L’ho detto qualche conferenza stampa fa: lavorare senza avere la tensione della partita perché devi vincere per non compromettere la stagione non è facile”, spiega Lucarelli. “Il Como A Perugia ha giocato con un sistema di gioco non suo, li avevo visti tre settimane fa a Livorno, hanno sempre giocato 4-2-3-1 ma per necessità ha giocato 3-4-3. Cercano di iniziare dal basso, hanno davanti giocatori molto forti, bravissimi nell’uno contro uno, penso a Terrani, Rosseti che era considerato un predestinato ma anche Gatto, Ferrari e Gabrielloni. Alcuni hanno raccolto meno di quanto avrebbero dovuto, invece quest’anno stanno facendo bene”.

Le ultime. Non solo Vitali. Mancherà anche Palumbo, per lui stagione finita, recuperano Damian e Paghera, si fermano però Celli e Suagher, quest’ultimo fermo per un risentimento muscolare agli adduttori.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi