venerdì 21 Gennaio 2022 - 21:42
0.6 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Super Green Pass, l’Umbria risponde presente: collaborazione per i controlli e pochi problemi

Il super green pass non sembra aver creato disagi in Umbria ed anzi la risposta è stata importante, nei due capoluoghi

TERNI/PERUGIA – Il super green pass non sembra aver creato disagi in Umbria ed anzi la risposta è stata importante, sia a Perugia che a Terni. Controlli serrati negli esercizi commerciali, a campione sui bus, ma le situazioni di disagio sono state pochissime.

Esercizi commerciali

Tutto sotto controllo negli esercizi commerciali. A Perugia Grande collaborazione è stata riscontrata sia da parte dei clienti sia dei proprietari dei locali. “Siamo felici di vedervi, è giusto fare i controlli”, così i titolari di alcuni bar  hanno accolto gli uomini delle fiamme gialle. “Per controllare al meglio i Green pass abbiamo acquistato un lettore digitale posizionandolo all’ingresso del bar, così chi entra può procedere alla scansione, ritirare lo scontrino emesso dal lettore e presentarsi al bancone per consumare”, racconta all’Ansa la titolare di un bar “È ovvio che un po’ di trambustò si viene a creare – aggiunge -, sarà complicato in questi primi giorni, ma non abbiamo altra scelta che vaccinarsi”. Anche i clienti si sono detti soddisfatti “Uo sono orgogliosa di mostrare il Green pass”, dice una signora andando incontro ai finanzieri. Al termine del controllo, il luogotenente Bartolomeo D’Ascoli, accompagnato da due “baschi verdi”, ha redatto il verbale, firmato dai titolari del bar, per mettere nero su bianco la regolarità con cui l’esercizio ha rispettato tutte le norme anti Covid.

A Ternia polizia locale e guardia di finanza  si sono concentrati in particolare bar e ristoranti con consumazione al tavolo, al chiuso. “I clienti ormai sono abituati, nessuno si è rifiutato di esibire il pass o è risultato irregolare” spiega la dipendente di un bar di corso del Popolo, in centro città. “Coloro che si lamentano ormai sono una piccola percentuale – aggiunge – e vengono serviti all’aperto”.

Minimetrò e bus

A Perugia controlli, collaborazione e nessuna protesta da parte degli utenti del Minimetrò. Alla stazione di Madonna Alta, alle porte del capoluogo umbro, l’accesso è controllato dalla polizia e dal personale di una società di vigilanza alla presenza degli addetti della Minimetrò. A tutti viene chiesto di mostrare il Green pass e, tranne ai minorenni, un documento d’identità. Verifiche che nel primo giorno delle nuove norme vengono operate a tappeto e così proseguiranno anche nei prossimi giorni.  Tra gli utenti si avverte serenità e voglia di collaborare.  “Ben vengano questi controlli, oppure non se ne esce”, spiegano in tanti.  Luca Patiti, della società Minimetrò ha spiegato che “non sono state riscontrate criticità e tutto è proseguito in maniera spedita”.

Controlli a campione

Controlli a campione sui mezzi del trasporto pubblico, a Terni, nella prima giornata di applicazione del Super green pass.    Al personale di Bus Italia, impegnato nelle verifiche del possesso della certificazione rafforzata da parte dei passeggeri, si è affiancata anche la polizia di Stato, in particolare alla fermata della stazione ferroviaria. In base a quanto si è appreso, non sono state finora riscontrare particolari problematiche e le verifiche si sono svolte con una generale collaborazione da parte della cittadinanza. Ma è stata notata dagli addetti ai lavori una minore affluenza di utenza nei mezzi.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi