CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Stroncone, no unanime alla centrale a biogas: lettera a palazzo Donini

Cronaca e Attualità Terni

Stroncone, no unanime alla centrale a biogas: lettera a palazzo Donini

Redazione
Condividi

STRONCONE– Nuovo capitolo della vicenda relativa alla centrale a biogas che dovrebbe essere realizzata nel comune di Stroncone in località Vascigliano. Dopo il no del sindaco Malvetani e quello del gruppo Prima Stroncone arriva il voto unanime contrario dell’intero consiglio comunale. Non è una sorpresa, considerando che di fatto, la lista del sindaco Stroncone Riparte e Prima Stroncone occupano quasi per intero l’assise avendo lasciato un solo seggio alla sinistra (Progetto Stroncone), ma il fatto nuovo è che nell’atto firmato viene chiamata in causa la presidente della regione Donatella Tesei. Inoltre sarà avviata una raccolta firme a cura del consigliere di Prima Stroncone Marco Bruni.

La Regione La Regione infatti è chiamata ad autorizzare la struttura: “Considerato che la scelta ultima sarà della Regione – si legge nella missiva –  che è l’unico soggetto deputato a rilasciare o negare l’autorizzazione, anche in costanza di parere negativo del Comune  con il presente atto si esprime la netta contrarietà di tutta la popolazione del Comune di Stroncone, qui rappresentata dal consiglio comunale, il quale esorta la governatrice della Regione Umbria e l’assessore di competenza a porre una particolare attenzione alle criticità evidenziate in sede di parere da codesto Comune, che rendono il territorio di Vascigliano assolutamente inidoneo alla realizzazione dell’impianto in oggetto. Le principali criticità sono relative alla immediata vicinanza dei centri abitati di Vascigliano e Colmartino oltre che di una serie di abitazioni sparse, collocate a ridosso dell’area interessata. Impianti del genere, soprattutto di tali dimensioni andrebbero realizzati in zone isolate, non vicino alle abitazioni”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere