CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Stroncone ha la sua orchestra: ecco la ‘Bortolotti’, tutta autofinanziata

Eventi Terni Cultura e Spettacolo

Stroncone ha la sua orchestra: ecco la ‘Bortolotti’, tutta autofinanziata

Emanuele Lombardini
Condividi

STRONCONE – Le coincidenze fortunate e una grande voglia di riportare la cultura a Stroncone, attraverso la musica ‘alta’. Nasce l’orchestra Bortolotti, undici solisti, tutti musicisti professionisti, che grazie alla tenacia e alla volontà di chi crede nella musica come primo veicolo culturale, ha dato vita alla prima orchestra cittadina. Che nasce anche con la ‘benedizione’ del sindaco Alberto Falcini.

“Lavoravamo a questo progetto da oltre un anno – dice Matteo Sperandio, uno dei solisti, stronconese  e già noto per un progetto crossover che porta il nome del suo quartetto – e alla fine siamo riusciti a creare una realtà cameristica stabile. Lo abbiamo fatto grazie all’incontro fortunato con due persone che hanno preso casa a Stroncone e che avevano voglia, restando nella riservatezza, di rilanciare il paese a livello culturale. Il sindaco ci ha dato un appoggio: tutto questo ci ha fatto andare oltre le difficoltà”.

Stabilità. Non un’orchestra di passaggio, quindi, ma stabile, fatta di professionisti che vogliono vivere di musica: “Non siamo i primi e non saremo gli ultimi ma ci siamo e resteremo – dice Sperandio – porteremo in giro per l’Italia il nome di Stroncone e faremo vedere che la musica c’è anche a Stroncone, perchè se non la si pubblicizza è difficile che si venga a sapere”.

L’intitolazione a Mauro Bortolotti, musicista narnese d’avanguardia, è frutto di un incontro anche questo fortunato, che parte da lontano, da quando la moglie di Sperandio, Chiara Piantoni, organizzò un evento con Vittorio Sgarbi a Narni: “Eravamo alla ricerca di un nome per l’orchestra e ci trovavamo nell’auditorium ex San Domenico intitolato ora proprio a Bortolotti. Abbiamo incontrato il figlio Luca e gli abbiamo chiesto cosa ne pensasse se avessimo intitolato l’orchestra da camera al padre: lui è stato entusiasta”. L’Auditorium fra l’altro sarà la ‘base operativa’ dell’orchestra stronconese.

Autofinanziata. La vera sfida è quella di avere un’orchestra che si finanzia da sola: “Partiamo con una piccola cassaforte- dice Sperandio – data dal contributo dei nostri due benefattori, di due sponsor e di due comuni. Il primo concerto sarà gratuito perchè le spese sono tutte coperte; dal secondo in poi, con i biglietti, sapendo il costo di ogni concerto avremo sempre le spalle coperte per andare avanti. La nostra forza è che siamo un gruppo di persone affiatate, che si conosce e vuole vivere di musica”. Fra loro, musicisti che hanno suonato con I solisti aquilani,  gli Interpreti Veneziani, l’orchestra del teatro San Carlo di Napoli, quella del teatro Massimo di Palermo e la Sinfonica di Roma.

Programma. Il calendario prevede 15 concerti, “ma speriamo di arrivare a farne 20 o 21”, dice Sperandio. Il primo appuntamento sarà il prossimo 22 Dicembre alle ore 21, alla chiesa di San Nicola a Stroncone, con ingresso gratuito. Corrado Stocchi sarà l’eccezionale solista che eseguirà Le Quattro Stagioni di Antonio Vivaldi. “Poi spazieremo tanto, andremo dall’esecuzione del repertorio barocco fino alla musica d’avanguardia, collaboreremo con solisti eccellenti e porteremo il nome della nostra terra in giro per il mondo”.

Fra gli appuntamenti in programma, ancora da definire come date, “La via del West”, con musiche dal film del grande Ennio Morricone; Marco Corsalini con musiche di Weber e Mozart, le più belle musiche natalizie e “L’estro armonico” su musiche di Vivaldi con solisti lo stesso Sperandio e Gustavo Gasperini.

 

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere