CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Strada Terni-Rieti, Liberati (M5S) chiede lumi in Regione: cantiere interrotto e sporco

Politica

Strada Terni-Rieti, Liberati (M5S) chiede lumi in Regione: cantiere interrotto e sporco

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – Il consigliere regionale del M5S, Andrea Liberati, interroga la giunta regionale sullo stallo che continua a subire il cantiere per il completamento della superstrada Terni-Rieti.

“La Superstrada Terni-Rieti – scrive Liberati – non è ancora completata, con gli ultimi 300 metri al confine Lazio-Umbria finalmente appaltati nelle scorse settimane. Considerato che, secondo notizie di stampa, nel novembre scorso un’interdittiva antimafia della Prefettura di Catania ha colpito la ditta vincitrice a suo tempo del bando di gara per la realizzazione della Terni-Rieti fino al confine regionale; che, stando sempre alla stampa, l’interdittiva sarebbe stata in seguito revocata, ma i lavori restano tuttora bloccati e il cantiere, collocato a un passo dal lago di Piediluco e in zone vincolate giacché di particolare pregio ambientale, appare come un grande immondezzaio, con numerosi mezzi parcheggiati, beni e materiali accatastati e sottoposti alle intemperie, mentre sulle sponde del fiume Velino giacciono da oltre un anno le casseforme del ponte che dovrebbe scavalcarlo; che non è nemmeno noto se i lavoratori abbiano ricevuto stipendi non pagati da mesi, come denunciato a fine novembre 2015 dai sindacati. Chiedo come mai, a fronte di una nota ufficiale con cui Anas annunciava, il 6 aprile scorso, l’immediata riapertura del cantiere, dopo 4 mesi tutto sia ancora fermo, informando dunque sulla data di effettivo riavvio dei lavori, così come sullo stato di pagamento delle spettanze dei lavoratori e sullo status attuale della persona giuridica dell’appaltatore, dopo le vicende citate in premessa”.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere