CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Spoleto, l’arte per non farsi piegare dagli eventi sismici con Scoprendo l’Umbria

Eventi Perugia Cultura e Spettacolo Extra Città

Spoleto, l’arte per non farsi piegare dagli eventi sismici con Scoprendo l’Umbria

Redazione cultura
Condividi

SPOLETO – Si terrà domani (5 marzo) alla Rocca Albornoziana – Museo Nazionale del Ducato di Spoleto, l’inaugurazione di Scoprendo l’Umbria, progetto promosso dalla Regione Umbria quale messaggio positivo di una terra che reagisce agli eventi sismici con la forza del suo patrimonio culturale, sostenendo e valorizzando la grande rete museale regionale costituita da oltre 170 tra musei, ecomusei e siti archeologici. Alle ore 12 ad aprire la serie di eventi sarà Ospiti in Rocca, una prima esposizione di sette opere provenienti dai territori delle Marche, del Lazio e dell’Umbria colpiti dal sisma. Una testimonianza di solidarietà tra i territori accomunati da un evento così tragico, ma anche da comuni radici culturali e artistiche. Interverranno Catiuscia Marini (presidente della Regione Umbria), Marica Mercalli (direttore della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio dell’Umbria) e Marco Pierini (direttore del Polo Museale dell’Umbria).

Ospiti in Rocca – L’esposizione si compone di opere selezionate secondo diverse tipologie, ma tutte ricche di un altissimo significato simbolico, tra le quali spiccano il Crocefisso ligneo del XVI secolo proveniente dalla chiesa di Sant’Anatolia di Narco, la Madonna con Bambino del XVI secolo di Avendita, l’Annunciazione di Andrea della Robbia dal Museo della Castellina di Norcia, nonché il raffinato dipinto su tavola di Nicola di Ulisse da Siena Madonna col Bambino dal Museo diocesano di Ascoli Piceno e San Sebastiano della seconda metà del ‘600 proveniente dal territorio di Amatrice. Dal 9 aprile la prima selezione di Ospiti in Rocca confluirà nella mostra Tesori dalla Valnerina, composta da opere recuperate dopo il terremoto da chiese e musei e restaurate. La mostra Ospiti in Rocca è organizzata da Regione Umbria, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Archidiocesi di Spoleto – Norcia e Comune di Spoleto. La produzione è affidata a Sistema Museo.

Il messaggio – Solo una piccola parte dell’Umbria ha avuto danni diretti dal terremoto e, anche se le immagini delle chiese gravemente danneggiate della Valnerina hanno colpito il cuore di tutti, la volontà della comunità umbra è di non farsi piegare dagli eventi e continuare a valorizzare il proprio patrimonio storico e artistico. Alle ferite del sisma enti e cittadini reagiscono invitando tutti gli amanti dell’Umbria a visitare i musei e i monumenti che sono aperti, vitali e offrono uno straordinario spaccato di storia, arte, ambiente e tradizioni.

Informazioni: Sistema Museo biglietteria e accoglienza 0743.224952 – 340.5510813 – spoleto@sistemamuseo.it – www.scoprendolumbria.it

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere