CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Spoleto, la Caritas finanzia 21 borse lavoro: metà riservate a under 35

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto

Spoleto, la Caritas finanzia 21 borse lavoro: metà riservate a under 35

Redazione
Condividi

Monsignor Renato Boccardo
SPOLETO – Nuovo bando della Caritas per 21 borse lavoro, più della metà sono riservati a under 35. Torna il progetto per a sostegno dell’occupazione a Spoleto testato lo scorso anno dalla diocesi di Spoleto-Norcia che, coi fondi della 8xmille del 2019, finanzia 21 tirocini di sei mesi con una indennità da 550 euro mensili.

 

Altre 21 La novità del secondo bando riguarda anche le aziende del territorio che potranno candidarsi per accogliere i 21 che saranno selezionati e formati da personale delegato con 4 ore di orientamento di primo e di secondo livello e 8 ore di orientamento specialistico. In particolare, la Caritas ha riservato undici posti a inoccupati o disoccupati di età compresa tra 18 e 35 anni, di cui alcuni già inseriti in percorsi di formazione, mentre gli altri dieci saranno selezionati tra i candidati compresi in una fascia di età superiore, senza particolari vincoli di requisito.

Aziende “L’iniziativa – ha detto il direttore della Caritas Giorgio Pallucco – guarda con attenzione anche ai tanti giovani che sono costretti a cercare occupazione fuori del nostro Paese. In particolare, nel territorio della nostra Diocesi, il fenomeno è ulteriormente aggravato dalle conseguenze del terremoto e dalla lentezza delle procedure di ricostruzione. Come Chiesa diocesana – conclude Pallucco – siamo chiamati a fare la nostra parte, perché a bisogni concreti devono corrispondere risposte altrettanto concrete”. Le domande di candidatura per entrare a far parte del progetto sia come beneficiario che come azienda possono essere presentate dal 15 ottobre al 15 novembre inviando il curriculum a caritaspolavoro@gmail.com

Occupazione Ma intanto dalla Curia dettagliano il bilancio del primo anno di progetto che segna, a fronte di 18 borse lavoro erogate, “nove persone inserite nel mondo del lavoro, di cui sei hanno trovato un’occupazione in aziende diverse da quelle in cui hanno svolto il tirocinio, due lavorano nell’azienda dove hanno fatto il tirocinio e una ha proseguito il tirocinio per ulteriori sei mesi a spese dell’azienda. Degli altri nove che hanno beneficiato dell’intervento della Caritascinque hanno interrotto volontariamente il tirocinio, tre non sono stati richiamati dall’azienda e uno si è trasferito in un’altra città al termine del tirocinio». I risultati secondo il vicesindaco Montioni testimoniano la bontà del percorso di inserimento nel mondo del lavoro a cui, come Comune, diamo tutto il nostro sostegno contribuendo con risorse umane e finanziarie”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere