CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Special Olympics, l’umbra Pettinacci in gara ai Giochi Mondiali invernali

Terni Sport Altri Città

Special Olympics, l’umbra Pettinacci in gara ai Giochi Mondiali invernali

Redazione sportiva
Condividi

TERNI – Toccherà a Valentina Pettinacci tenere alti i colori ternani fra i 34 azzurri che dal 14 al 25 marzo saranno impegnati a Ramsau, in Austria ai Giochi Mondiali Invernali Special Olympics, riservati ad atleti con deficit intellettivo. L’evento si è aperto con la conferenza stampa alla Sala Giunta del Coni e il saluto del numero uno dello sport italiano Giovanni Malagò e del presidente del Cip Luca Pancalli (il presidente Special Olympics Maurizio Romiti assente giustificato per motivi di salute).

Le cifre. Oltre 2.700 atleti con e senza disabilità intellettiva provenienti da 107 nazioni, 3.000 volontari, 1.100 coach, circa 20.000 spettatori in loco e milioni attraverso i canali televisivi di tutto il mondo. Un evento internazionale che accenderà i riflettori sulle politiche attuate nel mondo per l’inclusione delle persone con disabilità intellettiva nella società al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica ed abbattere ogni pregiudizio e forma di emarginazione. L’Italia sarà come detto appresentata da 34 atleti che gareggeranno nelle discipline di sci di fondo, sci alpino, snowboard e corsa con le racchette da neve.

L’evento. Dodici giorni per un evento mondiale che si svilupperà in tre differenti location: Graz, Schladming – Rohrmoos e Ramsau. La Cerimonia di apertura avrà luogo sabato 18 marzo alle ore 19 allo Stadio Planai a Schladming. Le gare, in programma dal 19 al 23 marzo, si articoleranno in 9 specialità dello sport invernale: pattinaggio artistico (tradizionale e unificato) pattinaggio di velocità su ghiaccio, floorhockey (tradizionale e unificato), floorball (tradizionale e unificato), corsa con le racchette da neve, sci alpino, sci di fondo, snowboard e stickshooting. La Cerimonia di chiusura è prevista il 24 marzo alle ore 19 allo Stadio di Liebenau di Graz. E soprattutto vedrà gli atleti protagonisti in un’avventura che vivranno nella massima autonomia, senza genitori o accompagnatori al seguito se non i 12 tecnici guidati dal capodelegazione Paola Mengoni che, vale la pena sottolinearlo, non sono i soliti tecnici che gli atleti conoscono nei loro Team di appartenenza. Durante i Giochi Mondiali Invernali si terrà il Summit dei Giovani Leaders, quest’anno denominato “Generation Unified Summit”, attraverso il quale giovani provenienti da tutto il mondo avranno l’occasione di confrontarsi su temi dell’integrazione ed accettazione.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere