CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sisma, via libera dal Consiglio dei ministri al nuovo decreto

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Extra EVIDENZA2 Città

Sisma, via libera dal Consiglio dei ministri al nuovo decreto

Redazione
Condividi

Un momento della conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri

ROMA – Via libera da parte del Consiglio dei ministri al nuovo decreto terremoto. Come ribadito in conferenza stampa dal premier Paolo Gentiloni, le misure elimineranno completamente le ‘strozzature burocratiche’: “Dobbiamo reagire con decisione – ha detto il capo del governo – mettendo in campo tutte le norme necessarie per ricostruzione ed emergenza”. Durante la conferenza stampa al termine del Cdm, Gentiloni ha elencato i punti cardine del provvedimento, come meccanismi di sospensione di pagamento dei tributi e agevolazioni fiscali, la rimozione delle macerie, la costruzione degli alloggi temporanei e delle stalle e la costruzione di nuove scuole.

Zona franca Esenzione fiscale totale per due anni in tutti i comuni facenti parte del cratere. In tutto saranno 67mila le imprese che ne beneficeranno. Il decreto prevede l’esenzione di Ires e Irpef fino a 100mila euro di imponibile e dell’Irap (in questo caso fino a un imponibile di 300mila euro). Stop anche ai pagamenti di Imu e Tasi.

Carta acquisti Per i cittadini che versano in condizioni di maggior disagio, è prevista l’assegnazione di una carta acquisti dal valore di 200 euro.

Lavoro Per tutti i lavori dipendenti residenti nel cratere, il decreto prevede la proroga del sussidio di mancata attività fino all’ultimo giorno dell’anno solare. Inoltre, Comuni o altri enti pubblici potranno attuare nuove assunzioni al fine di rendere più operativo l’Ufficio speciale per la ricostruzione.

Ricostruzione e sistemazione Accelerazione della mappatura per individuare le zone adatta alla ricostruzione. Previsto il potenziamento del patrimonio di edilizia residenziale pubblica.

Protezione civile Più fondi per il Dipartimento di protezione civile, che potrà godere anche del potenziamento organizzativo e potrà effettuare assunzioni o concorsi in caso di necessità.

La soddisfazione del sindaco di Norcia Esprime grande soddisfazione per il varo del terzo decreto terremoto il primo cittadino nursino, Nicola Alemanno: “L’annunciata semplificazione – scrive in una nota – può rappresentare la svolta necessaria per accelerare i diversi processi che attengono da una parte l’ emergenza e dall’altra la ricostruzione”. “Noi abbiamo il dovere di continuare a lavorare con rinnovata energia e forza – conclude Alemanno -, confermando il nostro impegno sulle priorità per la ripresa delle attività produttive, delle scuole e degli alloggi temporanei”.

(Servizio in aggiornamento)

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere