CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sisma: stanziati i primi 30 milioni per le zone colpite, attraverso il Fondo Emergenze

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Extra EVIDENZA2

Sisma: stanziati i primi 30 milioni per le zone colpite, attraverso il Fondo Emergenze

Redazione
Condividi

Il Consiglio dei Ministri (foto Ansa)

ROMA – In conseguenza degli eventi sismici dello scorso 18 gennaio e degli eccezionali fenomeni meteorologici che nella seconda decade di gennaio hanno colpito i territori di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, il Consiglio dei ministri, su proposta del presidente Paolo Gentiloni, ha deliberato l’estensione degli effetti della dichiarazione dello stato di emergenza adottata con la delibera del 25 agosto 2016 e autorizzato un ulteriore, primo stanziamento, di 30 milioni di euro destinato a far fronte esclusivamente ai primi urgenti interventi di soccorso legati alla fase di emergenza”. E’quanto si legge nel comunicato del Consiglio dei ministri. “Lo stanziamento – si precisa – andrà a valere sulle disponibilità del Fondo per le Emergenze Nazionali. Il Consiglio dei ministri ha inoltre analizzato le gravi conseguenze che gli stessi eventi sismici e meteorologici stanno determinando nel settore agricolo e in quello zootecnico, a sostegno dei quali verranno disposti con la massima urgenza appositi interventi”.

Interrogazione “L’Umbria, le Marche, il Lazio e l’Abruzzo sono state fortemente colpite dai terremoti del 26 e del 30 ottobre 2016 e hanno subito seri danneggiamenti al loro patrimonio abitativo, produttivo e culturale. Nonostante il passare dei mesi restano gravi anche le condizioni in cui versa buona parte delle strade che attraversano le zone colpite, con profondi, inaccettabili e non più tollerabili problemi per i cittadini e le imprese”. Lo scrive la senatrice del Pd Valeria Cardinali in un’interrogazione al ministro dei Trasporti Delrio e alla presidenza del Consiglio. Per questo, secondo la senatrice “un intervento del Governo e di Anas appare assolutamente urgente e non più rinviabile – conclude Cardinali – per questo chiedo al ministro Delrio quali siano i tempi per garantire la riapertura e la percorribilità in sicurezza di quei tratti stradali per non penalizzare ulteriormente i cittadini e le imprese di quelle zone”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere