CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Sisma, Spoleto nel cratere. Il sindaco Cardarelli: “Presto torneremo alla normalità”

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Città

Sisma, Spoleto nel cratere. Il sindaco Cardarelli: “Presto torneremo alla normalità”

Redazione
Condividi

Danni causati dal terremoto vicino il tribunale di Spoleto

SPOLETO – “Desidero ringraziare il Governo, la Regione e il Commissario Straordinario per la Ricostruzione Vasco Errani – ha dichiarato il Sindaco Fabrizio Cardarelli a seguito della notizia dell’inclusione di Spoleto tra i centri riconosciuti dal nuovo decreto come più direttamente colpiti dal sisma – per aver riconosciuto la situazione di difficoltà che stiamo attraversando anche nella nostra città. Abbiamo il massimo rispetto per il dramma che stanno vivendo città vicine a noi e sappiamo che esistono situazioni di maggiore gravità ma era giusto riconoscere i danni che abbiamo subito anche al patrimonio culturale. Scuole ed edifici pubblici, come il Palazzo Comunale, sono ad oggi inagibili. Sono quasi 4000 le richieste di sopralluogo da parte dei privati. Dal 30 ottobre sono state quasi 500 le persone che hanno dormito fuori dalle loro case. Le misure inserite nel decreto approvato dal Governo ci aiuteranno più velocemente e con maggiore efficacia a tornare a una situazione di normalità”.

“Voglio ringraziare – continua il Sindaco – il Ministro dell’Interno Angelino Alfano, il Capo di Gabinetto il prefetto Luciana Lamorgese e il Prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro e la la Presidente della Regione Umbria Catiuscia Marini per la sensibilità e la vicinanza dimostrata nei confronti della nostra comunità. Un pensiero particolare va rivolto ai tecnici della Protezione civile e a quelli del Comune che hanno lavorato insieme, senza sosta, per effettuare nel più breve tempo possibile tutte le necessarie verifiche. Va riconosciuto il contributo importante dato in questi giorni difficili dal Gruppo Comunale e dalle altre associazioni di volontari della Protezione Civile. Ringrazio infine il Reggimento Granatieri di Sardegna per il supporto logistico e il Corpo Ausiliario speciale dell’Esercito SMOM per il posto medico avanzato allestito di fronte al Pala Tenda.”

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere