CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sisma, multinazionale umbertidese dona mezzo meccanico ai comuni del cratere

Cronaca e Attualità Alta Umbria Foligno Spoleto

Sisma, multinazionale umbertidese dona mezzo meccanico ai comuni del cratere

Redazione
Condividi

Il mezzo donata dalla multinazionale umbertidese alle zone umbre colpite dal sisma

FOLIGNO – Il cuore verde d’Italia si tinge una volta di più del rosso della solidarietà attraverso la forte sinergia tra pubblico e privato a favore delle aree terremotate dell’Umbria.
Questa mattina a Foligno è stato consegnato al centro regionale della Protezione civile un mezzo meccanico per la movimentazione dei container frutto di un progetto elaborato dal “Gruppo comunale di Protezione civile di Montone”, in prima linea sulle aree del sisma dallo scorso 24 agosto, al quale ha aderito con entusiasmo un’importante multinazionale del settore che ha uno stabilimento ad Umbertide.

Il momento della consegna  Alla consegna del macchinario hanno partecipato, tra gli altri, il consigliere provinciale, Gino Emili anche in veste di sindaco di Cascia e quindi idealmente rappresentante dei Comuni del cratere, il sindaco di Montone Mirco Rinaldi affiancato dall’assessore all’associazionismo Roberta Rosini e dal responsabile del gruppo comunale di protezione civile Uliano Cacciamani, il dirigente della Protezione civile regionale Alfiero Moretti e il direttore dello stabilimento di Umbertide Francesco Aiello al quale sono stati indirizzati i più sentiti ringraziamenti per la messa a disposizione di un mezzo di cui la Prociv umbra era sprovvista. “E’ una opportunità immensa che ci viene offerta – ha commentato il sindaco Emili -. Arriva nel momento migliore visto che siamo nella fase di chiusura dei campi e della messa in opera dei container. Devo dire che mai come questa volta abbiamo avuto concrete dimostrazioni di solidarietà ed è un onore riceverla dalla propria terra”. Il piccolo comune di Montone è presente a Norcia e nelle altre zone colpite dal sisma non soltanto ininterrottamente con una ventina di propri volontari della Prociv che si occupano dell’assistenza alla popolazione alloggiata nei campi e a tutte le necessità che man mano si presentano, ma anche con squadre di tecnici comunali abilitati ad effettuare i sopralluoghi Aedes. “Quando si verificano catastrofi come questa, il minimo che possiamo fare è aiutare la popolazione locale nel modo che ci riesce meglio: mettendo a disposizione i nostri macchinari – ha dichiarato Francesco Aiello -. Abbiamo consegnato oggi il modello più grande e potente tra i nostri sollevatori telescopici alla Protezione Civile della Regione Umbria, concedendolo per tutto il tempo necessario all’allestimento del villaggio in casette prefabbricate. Poter contribuire a dare finalmente un tetto a chi ha perso la propria casa così vicino a noi – ha concluso Aiello – offrendo riparo dall’inverno rigido di Norcia, è un’esperienza impagabile per il personale della nostra azienda”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere