CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sisma, a Vallo di Nera spazi e attività per disabili terremotati

Cronaca e Attualità

Sisma, a Vallo di Nera spazi e attività per disabili terremotati

Redazione
Condividi

Il sindaco Benedetti con alcuni ospiti del Centro

VALLO DI NERA – A Vallo di Nera i centri diurni per disabili di Norcia e Cascia. Sono i locali dell’ex asilo di Piedipaterni messi a disposizione dal Comune in accordo con l’Asl Umbria 2 a ospitare i disabili dei due borghi dell’Alta Valnerina colpiti dal terremoto che non ha risparmiato neanche le sedi in cui abitualmente venivano assistiti con varie attività. Gli operatori delle due associazioni di volontariato Tutti i colori del mondo di Norcia e l’Oasi di Cascia potranno quindi riprendere le attività in una sede adeguata alle esigenze seppur provvisoria e distante alcune decine di chilometri da casa, con loro anche gli operatori della coop L’incontro. Per i disabili è stato quindi organizzato un servizio di trasporto domiciliare col quale raggiungono l’ex asilo di Piedipaterno per trascorrere alcune ore con gli amici. Molti di questi ragazzi e ragazze, uomini e donne, hanno perso la casa e sono stati costretti a mesi molto duri, segnati dalla perdita di qualsiasi abitudini, a cominciare proprio dalle attività organizzate dal centro diurno, entrambe le sedi di Norcia e Cascia sono state danneggiate dal terremoto.

Centro diurno Anche per questo l’accordo trovato tra Asl e Comune di Vallo è un altro passo verso un parziale ritorno alla normalità anche per chi più di altri continua a soffrire il dramma del sisma, segnato dalla paura latente vissuta anche dagli ospiti dei centri diurni: «Siamo contenti di aver potuto contribuire alla riapertura del Centro disabili– ha detto il sindaco Agnese Benedetti – e di accogliere una realtà così importante per la Valnerina, che è frutto di anni di impegno da parte delle famiglie, del volontariato e delle istituzioni».