CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sisma, a Terni inagibili il Centro Macondo e Santa Maria degli Spiazzi

Cronaca e Attualità Terni

Sisma, a Terni inagibili il Centro Macondo e Santa Maria degli Spiazzi

Redazione
Condividi

Santa Maria degli Spiazzi

TERNI – Ancora danni derivanti dal sisma in città dopo quelli alle chiese di San Pietro e San Martino. Questa mattina infatti, è stato chiuso temporaneamente e dichiarato dalla Asl inagibile il centro diurno Macondo, che si occupa del recupero dell’inserimento di ragazzi in difficoltà, con varie disabilità. La struttura aveva resistito alla prima scossa, ma dopo quella del 30 ottobre è stato appunto dichiarato inagibile dopo il sopralluogo effettuato dai tecnici stamattina alla riapertura della struttura.

L’edificio riscontrava problemi legati a precedenti ristrutturazioni, soprattutto fondelli che si staccavano dalle colonne portanti, che ulteriori scosse di terremoto hanno ulteriormente messo in pericolo. Le 25 persone, fra operatori e ragazzi, saranno ora traslocati in altre strutture gestiste dall’Ati in città.

Chiese. Chiusa poi – questa dopo il sopralluogo di martedì – la chiesa di Santa Maria degli Spiazzi in piazza Dalmazia. Lo ha deciso con una ordinanza il Comune secondo cui i tecnici hanno riscontrato che presenta “un meccanismo fessurativo che interessa alcune parti strutturali della volta di controsoffittatura e degli archi della navata centrale; in via prudenziale si ritiene indispensabile dichiarare temporaneamente inagibile l’immobile al fine di consentire le verifiche necessarie”. Chiusura dunque sino al termine della messa in sicurezza e delle verifiche e degli eventuali interventi “da effettuare – dice il Comune – con ‘la massima tempestività a salvaguardia della privata incolumità, sotto la guida di tecnico professionista”.

A Collescipoli “meccanismo fessurativo lieve” nelle volte del controsoffitto della navata della chiesa di Santa Maria Maggiore e San Nicola a Collescipoli, dove è stato rilevato “un potenziale fenomeno di ribaltamento della facciata principale che risulta libera ed in parte svicolata dalle pareti laterali”. La chiesa resta aperta, ma il Comune chiede che “ si effettui con la massima tempestività a salvaguardia della privata incolumità, sotto la guida di tecnico professionista, la verifica statica e funzionale delle strutture interessate dalle lesioni ed eseguire i conseguenti interventi che il tecnico incaricato riterrà necessari al fine di garantire il suo utilizzo in sicurezza”.

Transennata una strada. E’ stata transennata in corrispondenza di un edificio, disabitato, danneggiato dal terremoto la SP 22 Carsulana dove i tecnici della Provincia di Terni hanno eseguito ieri specifici sopralluoghi nell’ambito dei controlli effettuati su tutta la rete stradale di competenza. L’edificio, ispezionato dai vigili del fuoco, presenta evidenti danneggiamenti ad una porzione del muro esterno che si affaccia sulla strada. Per questa ragione l’amministrazione provinciale ha assunto il provvedimento di restringimento di carreggiata in corrispondenza dello stabile ed ha inviato al Comune di Acquasparta, competente per territorio, una richiesta di intervento per la sua messa in sicurezza.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere