CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sisma, 5 mila euro per chi è stato costretto a sospendere l’attività

Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Extra EVIDENZA2

Sisma, 5 mila euro per chi è stato costretto a sospendere l’attività

Redazione
Condividi

Un prosciuttificio di Norcia danneggiato dal sisma

PERUGIA –  Dal 3 febbrai è possibile inviare le domande per la richiesta di indennità per il sostegno al reddito una tantum di 5mila euro per l’anno 2016 per i collaboratori coordinati e continuativi, i titolari di rapporti di agenzia e di rappresentanza commerciale, i lavoratori autonomi, compresi i titolari di attività di impresa e professionali, iscritti a qualsiasi forma obbligatoria di previdenza e assistenza, che abbiano dovuto sospendere l’attività a causa degli eventi sismici e che operino esclusivamente o, nel caso degli agenti e rappresentanti, prevalentemente, in uno dei Comuni del perimetro del sisma: lo rende noto il vice presidente della Giunta regionale con delega allo Sviluppo economico, Fabio Paparelli.

Domande Occorre collegarsi al seguente indirizzo (http://lavoro.regione.umbria.it/indennitasisma), inviando obbligatoriamente la domanda sottoscritta e completa degli allegati all’indirizzo pec: lavoro@pec.regione.umbria.it Per l’Umbria i comuni del perimetro del sisma sono i seguenti individuati dalla norma: Arrone, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Montefranco, Monteleone di Spoleto, Norcia, Poggiodomo, Polino, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Vallo di Nera. Fa parte del bacino anche il comune di Spoleto, limitatamente ai casi in cui vi sia provvedimento di inagibilità.