CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sir, un gran capolavoro: contro Ravenna un secco 3-0

Pallavolo Extra

Sir, un gran capolavoro: contro Ravenna un secco 3-0

Redazione sportiva
Condividi

La panchina della Sir in un timeout

PERUGIA – Bim, bum, 3-0. Un’immensa Sir travolge Ravenna 3-0. Un’altra vittoria, un’altra conferma per Lorenzo Bernardi. Nel catino del Pala De Andrè di Ravenna (ennesimo sold out in trasferta per la squadra del presidente Sirci) i Block Devils tirano fuori gli attributi ed una grande prestazione e sconfiggono i padroni di casa della Bunge in tre set.

Era un match molto difficile, lo si sapeva dalla vigilia, e così è stato stasera per Perugia che nei primi due parziali ha dovuto lottare contro una squadra organizzata e coriacea, molto brava in fase break e sempre mentalmente sul pezzo.

Bernardi, che ha dovuto fare a meno del febbricitante Bari (nemmeno a referto) se l’è giocata con le armi migliori a disposizione: battuta e fase break. E Perugia l’ha vinta lì, specialmente nel secondo set quando, sotto 20-16, i bianconeri hanno fatto cose straordinarie proprio dai nove metri (alla fine 8 gli ace diretti, 4 di uno scatenato Ivan Zaytsev) ed a muro (8 i punti nel fondamentale, 6 dei quali appunto portati a casa nel secondo parziale) riuscendo, grazie anche agli innesti decisivi dalla panchina di Buti e Russell, a ribaltare la situazione ed a chiudere 26-28 dopo aver annullato tre set point ai padroni di casa.

La chiave del match è stata quella, con la Sir poi spaventosa nella terza e decisiva frazione (chiusa con un incredibile 88% in attacco) e grande nel portare a casa tre punti d’oro da una trasferta estremamente temuta.

Match winner in casa perugina il centrale serbo Marko Podrascanin, best scorer dei suoi con 16 punti con 2 ace, 3 muri ed il 92% in attacco! Numeri impressionanti per l’impressionante posto tre balcanico ancora una volta servito alla perfezione da De Cecco. Atanasijevic e Zaytsev hanno fatto legna, come si suol dire dalle bande, Tosi si è sobbarcato gran parte del lavoro sporco in seconda linea, Buti e Russell hanno dimostrato ancora una volta che Perugia è una squadra di quattordici elementi tutti fondamentali.

Può gioire Perugia e possono gioire gli oltre centocinquanta Sirmaniaci anche stasera encomiabili sugli spalti. Ora per i ragazzi quattro giorni pieni di riposo, fondamentali per ricaricare le pile ed in attesa di un gennaio ricco di grandi appuntamenti tutti con i Block Devils grandi protagonisti!

La partita Non c’è Bari (nemmeno a referto per un repentino virus influenzale) in formazione per Perugia con Bernardi che quindi presenta Tosi nella doppia veste di ricevitore e difensore. In posto quattro la coppia scelta dal tecnico bianconero è Zaytsev-Berger. È Lyneel il protagonista dell’avvio del match con tre dei primi quattro punti dei padroni di casa (4-2). Grande la difesa di Tosi che Atanasijevic trasforma in punto con un contrattacco vincente (5-5). Ace di Berger e vantaggio bianconero (6-7). Out l’attacco di Zaytsev, poi muro di Ricci e Ravenna passa di nuovo a condurre (9-7). Due di Atanasijevic e Perugia pareggia subito (9-9). Smash di Berger e poi muro di Podrascanin con Zaytsev al servizio (11-13). Prosegue il turno al servizio dello Zar (un ace) con Berger che ferma a muro Torres (11-15). Ace anche per Podrascanin (12-17). Fuori per un soffio Birarelli (14-17). Perugia riparte con la doppia pipe imprendibile di Zaytsev (14-19). Non mollano i padroni di casa e si riportano a -2 con il punto di Ricci e dopo l’errore in costruzione di Perugia (19-21). È lotta dura, ma i Block Devils di carattere arrivano al set point con Podrascanin (21-24). Ravenna annulla i primi due con l’errore di Atanasijevic ed il contrattacco di Van Garderen (23-24). Ma nell’azione successiva Zayrtsev in ricezione e De Cecco in palleggio confezionano l’azione perfetta per Berger che chiude a manda avanti Perugia (23-25).

Avanti Ravenna in avvio di secondo set con il muto di Lyneel (2-1). Il muro di Podrascanin porta avanti i Block Devils (2-3), ma l’ace di Lyneel capovolge (4-3). Ace anche per Torres e poi attacco out di Atanasijevic (8-5). L’opposto serbo però si riscatta subito e poi l’errore dei padroni di casa porta al pareggio (8-8). Ancora il contrattacco di Atanasijevic dalla seconda linea (8-9). Si gioca punto a punto con le seconde linea di ambo le parti che difendono spesso palloni impossibili. Il doppio muro di Bossi segna il vantaggio romagnolo (16-14). Ancora muro su Berger (18-15). In campo Russell per lo schiacciatore austriaco. Esplode il Pala De Andrè dopo l’attacco di Bossi (20-16). Perugia dimezza con il muro di Zaytsev (20-18). Fuori Torres e Perugia torna a contatto (22-21). Ace di Zaytsev (23-23). Fuori per un soffio lo Zar dai nove metri ed è set point Bunge (24-23). Podrascanin manda il parziale ai vantaggi (24-24). A bersaglio Torres (25-24). In campo Buti (per Birarelli) che va subito a terra (25-25). Van Garderen in parallela (26-25). Out Lyneel (26-26). Grande difesa di Perugia e poi murone di Buti (26-27). Altro muro vincente, stavolta per De Cecco e Perugia raddoppia (26-28).

Restano in formazione Buti e Russell nel terzo set. Buon avvio dei padroni di casa con Van Garderen incisivo (3-1). Grande palla di Russell e parità (4-4). Avanti i Block Devils con il chiodo nei tre metri di Podrascanin (8-9). Ancora primo tempo e poi muro e poi ace (con la collaborazione del nastro) del Potke (10-14). Fuori Bossi (11-16). Piazza l’ace Russell (12-18), imitato poco dopo da Zaytsev (15-22). Ancora mostruoso Zaytsev dai nove metri ed è match point Perugia (15-24). Ace anche di Van Garderen che però poi spara out e chiude la contesa (17-25).

Il tabellino di BUNGE RAVENNA – SIR SAFETY CONAD PERUGIA 0-3

Parziali: 23-25, 26-28, 17-25

BUNGE RAVENNA: Spirito 2, Torres 13, Bossi 4, Ricci 3, Lyneel 10, Van Garderen 15, Goi (libero), Marchini, Grozdanov. N.e.: Calarco, Kaminski, Leoni, Raffaelli. All. Soli, vice all. Patriarca.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 2, Atanasijevic 11, Birarelli 3, Podrascanin 16, Berger 6, Zaytsev 13, Tosi (libero), Mitic, Buti 3, Russell 4. N.e.: Della Lunga, Chernokozhev, Franceschini. All. Bernardi, vice all Fontana.

Arbitri: Massimo Florian – Stefano Cesare

Le cifre RAVENNA: 10 b.s., 3 ace, 34% ric. pos., 23% ric. prf., 44% att., 6 muri. PERUGIA: 12 b.s., 8 ace, 46% ric. pos., 26% ric. prf., 55% att., 8 muri.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere