CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sir Perugia rullo compressore in Champions League: Tours regolata 3 a 0 nella trasferta francese

Perugia Pallavolo Sport Città

Sir Perugia rullo compressore in Champions League: Tours regolata 3 a 0 nella trasferta francese

Redazione sportiva
Condividi

di Raffaello Agea

Tours – Strano per i ritmi di questa stagione giocare dopo una pausa di sei giorni. Strano giocare due match consecutivi di Champions League con una domenica di libertà tra le due partite. Molto meno strano che una Sir molto in palla abbia regolato i francesi in tre convincenti set, a tratti entusiasmanti. Alla fine una trasferta easy, forse più del previsto, visto che la squadra di coach Henno avrebbe venduto cara la pelle dopo la sconfitta nel match di aperura della sua avventura continentale contro i polacchi del Verva Varsavia. 

Certo, Tours non si gioca la qualificazione contro la Sir, che già l’anno scorso aveva sconfitto la squadra francese nelle due partite della pool. Ma mai abbassare la guardia, perché come si è visto nel primo set, c’era da aspettarsi che i padroni di casa avrebbero dato il massimo. Un massimo che ha fruttato un consistente vantaggio, però dilapidato sul finale del frangente, quando De cecco e soci hanno fatto valere il maggior tasso tecnico e hanno messo in partica i teoremi di mister Heynen, difendere una palla in più, toccare il più possibile a muro e mettere in azione la propria devastante prima linea nelle azioni di contrattacco.   

Battaglia vera in avvio

Tours a segno al primo fischio dell’arbitro con l’ace di Teryomenko. I centrali francesi incidono, Leon accorcia con un pallonetto vincente (2 – 4). Mantiene il vantaggio Tours con l’attacco di Egleskans (7 – 5). Russo, chiamato per la prima volta da De Cecco, mette a terra, ma è sempre + 2 per i francesi (9 – 7). Transalpini a + 3 con l’attacco in diagonale di Cupkovic, al suo terzo centro personale (11 – 8). Ace di Leon ed è – 1 per la Sir (11 – 10). Perugia stenta a trovare le misure a muro e in difesa e i francesi si riportano a + 3 (14 – 11). Atanasijevic mette fuori da seconda linea e Tours si porta a + 4 (16 – 12). Russo murato: massimo vantaggio per i padroni di casa (18 – 13). Secondo ace per Leon, che riporta i suoi a – 3 (20 – 17). Plontytskyi a segno con palla appoggiata sul muro, errore di Tours in attacco e ace di Atanasijevic per la rimonta di Perugia (22 – 21). Set point Tours sul 24 – 22, con il mani out su Ricci. Azione infinita, con Leon che schiaccia tre volte di seguito e alla fine è Podrascanin che la mette giù per il 24 pari. De Cecco piazza un ace millimetrico tra posto 4 e posto 5 ed è set point Sir (26 – 25). Plontytskyi risolve su alzata in bagher di De Cecco, ma Tours annulla ancora il set point (29 – 29). L’errore di Cupkovic in attacco vale il set per Perugia (30 – 32). 

Poi la classe prevale

Equilibrio in avvio del secondo parziale, con Plontytskyi ancora molto positivo a firmare il primo break (4 – 6). Tour non ci sta, si riporta sotto e poi in parità, con l’ave di Egleskans (8 – 8). Sir di nuovo sopra il break con l’attacco al centro di Podrascanin (8 – 11). Tours difende molto, ma alla fine Leon chiude in diagonale come sa (13 – 11). Tours ancora agguerrita agguanta la parità e poi il vantaggio con l’attacco a terra di Egleskans ( 15 – 14). Gran colpo di Plontytskyi, che si gira in volo e conclude con palla proveniente da dietro (15 – 17). Muro vincente di Leon e Sir a + 3 (16 – 19). Doppio ace di Plontytskyi e la Sir vola a + 5 (16 – 21). L’errore di Tours al servizio consegna 6 palle set a Perugia sul 18 – 24. Chiude il parziale l’attacco di palla bassa di Podrascanin (19 – 25).

Ancora equilibrio nelle prime fasi del terzo set (5 – 5), con Tours che resta attaccata al match, anzi mettendo il naso avanti in più occasioni grazie ad alcuni banali errori della Sir (11 – 9) Heynen chiama time out per vederci chiaro, chiedendo qualcosa in più a muro e in difesa. Plontytskyi viene murato, ma sull’azione successiva Atanasijevic chiude in parallela (12 – 11). Ace di Plontytskyi con l’aiuto del nastro ed è parità (12 – 12). Ace anche per Russo, che spinge con una salto spin (13 – 15). Cupkovic si carica e carica i suoi, andando a segno con un attacco in diagonale stretta (16 – 16). Muro tetto di Podrascanin, block out di Atanasijevic ed è + 3 per gli ospiti (17 – 20). Out l’attacco di Trinidad e Perugia va sul + 5 (17 – 22). Slash vincente di Plontytskyi dopo il servizio di Atanasijevic e la ricezione abbondante di Tours (18 – 24). Ancora Plontytskyi vincente firma il punto che regala l’incontro a Perugia alla prima occasione utile (18 – 25).

 

A pieno punteggio e a pieno gioco

Il match in terra di Francia è la cartina al tornasole dell’impronta del nuovo tecnico della Sir. Impronta che si è vista soprattutto nel corso del primo set, quando recuperare da uno svantaggio consistente (18 – 13), sarebbe stato cosa non semplice affidandosi solo alle potenzialità dell’attacco e del servizio. E forse è stata proprio lì la svolta della partita, perché quando si difende in quel modo e quando il muro tocca (quasi) sempre, la squadra si esalta e sfodera vincenti, non solo dai nove metri, ma soprattutto in attacco. E con un Plontytskyi in più ormai definitivamente integrato, con la possibilità che offre la Champions League di schierare stranieri senza limitazioni, i risultati si vedono.

Magari Tours non è l’avversario più attrezzato, ma il segnale del primo parziale vinto in rimonta, con i meccanismi che appaiono funzionare alla perfezione, il passaggio del turno non dovrebbe essere un problema. Anzi, dopo due partite e una classifica che vede i Block Devils a punteggio pieno, non è fuori luogo pensare al primato assoluto nel girone.

Ma forse è già tempo di dimenticare, perché domenica al PalaBarton la Sir aspetta Modena. Una sfida che è già una classica del volley contemporaneo e che vale molto di più dei tre punti in palio; e che per gli emiliani ha anche il sapore di rivincita della recente sconfitta nella finalissima di Supercoppa. Vietato fare pronostici, ma con il sold out già annunciato e i gialloblu reduci dalla sconfitta contro Verona, è cosa che si può fare per la squadra di patron Sirci.

 

TOURS VB – SIR SICOMA MONINI PERUGIA 0-3

Parziali: 30-32, 19-25, 18-25

TOURS VB: Trinidad De Haro 3, Egleskalns 8, Teryomenko 9, Tammemaa 5, Cupkovic 15, Bartos 7, Rossard (libero), Capet 2. N.e.: Jarman, Demar, Tanguy, Nicole (libero), Wounembaina. All. Henno, vice all. Royer.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco 1, Atanasijevic 13, Podrascanin 7, Russo 4, Leon 17, Plotnytskyi 18, Colaci (libero), Piccinelli, Zhukouski, Taht. N.e.: Biglino, Ricci (libero), Lanza. All. Heynen, vice all Fontana. 

Arbitri: Alexey Pashkevich – Koen Luts

I numeri

TOURS: 15 b.s., 2 ace, 39% ric. pos., 9% ric. prf., 56% att., 5 muri. 

PERUGIA: 13 b.s., 8 ace, 41% ric. pos., 26% ric. prf., 54% att., 7 muri.

Prossimo