CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sir di ritorno da Vibo, da domani si pensa a Trento: la prima del ‘Trittico di fuoco’

Pallavolo Regione

Sir di ritorno da Vibo, da domani si pensa a Trento: la prima del ‘Trittico di fuoco’

Redazione
Condividi

«Sir Safety Conad Perugia - Bunge Ravenna» 4ª giornata SuperLega UnipolSai Campionato italiano di Pallavolo Maschile Serie A1

PERUGIA – Ritorno con due punti in valigia figli del successo di ieri sera al tie break contro i padroni di casa della Tonno Callipo che mantiene l’imbattibilità stagionale in SuperLega degli uomini di Boban Kovac, ma che, per effetto dei risultati degli altri campi, fa scalare i Block Devils al terzo posto in classifica alle spalle di Civitanova e Modena.
Ritorno con qualche rammarico dunque per i bianconeri in particolare per un terzo set, vero ago della bilancia della gara, che Perugia con qualche imprecisione in meno e con un po’ di cattiveria in più poteva e doveva far proprio.

Il carattere   C’è d’altra parte da considerare la reazione veemente della squadra sotto nel punteggio e la voglia di portare comunque a casa il successo alla fine meritato, ma è chiaro che le aspettative dell’ambiente ed il ritmo forsennato delle dirette concorrenti in SuperLega impongono di non lasciare per quanto possibile punti per strada, specialmente quando se ne presenta l’occasione. Va dunque in archivio con la quinta vittoria su cinque partite la trasferta calabrese per la Sir che ora si appresta a tornare domani al lavoro con una doppia seduta al palazzetto per iniziare l’avvicinamento al “trittico di fuoco” che nel giro di otto giorni, a cominciare da sabato 29 ottobre, vedrà i Block Devils affrontare nell’ordine Trento fuori casa, Modena al PalaEvangelisti e Civitanova ancora fuori casa. Tre match che daranno certamente un volto molto più definito a questa prima parte di stagione bianconera.
La chiosa sul successo di ieri sera la fanno Marko Podrascanin (18 punti con 4 muri e 2 ace contro Vibo) ed il vice allenatore Carmine Fontana: “Alla fine dobbiamo essere contenti per aver centrato un’altra vittoria”, spiega il centrale serbo. “C’è un po’ di rammarico perché abbiamo lasciato un punto, ma sapevamo che a Vibo non era facile giocare, loro sono una bella squadra e lo hanno dimostrato. Ora ci attendono tre partite importanti una in fila all’altra. Tre match tutti molto difficili, ma ci arriviamo sulla strada giusta e siamo pronti. Veniamo da cinque vittorie consecutive ed è una cosa importante per una squadra nuova come la nostra. La mia prova ieri a Vibo? Ho fatto bene, ma è più importante la squadra ed i due punti conquistati. Un giocatore non può mai vincere mai da solo, il gruppo è l’unica cosa che conta”.
“La vittoria di ieri – commenta Carmine Fontana – è frutto della nostra incostanza sommata ai meriti di Vibo che nei set vinti ha sprecato poco. Sapevamo che era una loro caratteristica, però siamo stati poco attenti, non ci è entrata la battuta in quei frangenti e siamo anche stati troppo fallosi in attacco. Il match di ieri ci conferma che dobbiamo certamente aggiustare certe fasi del nostro gioco perché per ora mostriamo della buona pallavolo solo a tratti. Abbiamo anche diversi giocatori che vengono da un anno pienissimo con l’Olimpiade e tutto il resto. Qualche acciacco c’è, vediamo di recuperare gli effettivi in questa settimana. Sabato ci attende Trento che è una squadra molto fisica, buona a muro e in battuta. Credo che i nostri ragazzi abbiano tutto per giocare alla pari e magari da un punto di vista mentale sarà anche più semplice da giocare a viso aperto, mentre ci capita a volte di incepparci in altre situazioni”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere