CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Simula una rapina al distributore mai avvenuta: quarantenne finisce nei guai

EVIDENZA Perugia Cronaca e Attualità Terni Extra

Simula una rapina al distributore mai avvenuta: quarantenne finisce nei guai

Redazione
Condividi

Un posto di blocco dei carabinieri

TERNI – Nel pomeriggio del 10 novembre scorso una 45enne si era recata presso la Stazione carabinieri di Todi dove aveva denunciato di essere stata vittima di una rapina presso un distributore di carburanti ubicato sul tratto ternano della E45. Secondo il suo racconto, due uomini, a bordo di una moto di grossa cilindrata, si erano avvicinati alla sua autovettura e, dopo averla minacciata con un coltello, l’avevano costretta a consegnargli la borsa contenente soldi in contanti ed un carnet di assegni bancari fuggendo poi a gran velocità.

Immagini Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Acquasparta competenti per territorio, che iniziano subito tutte le attività d’indagine del caso, visionando le immagini della videosorveglianza e raccogliendo le versioni di alcuni delle persone presenti all’orario indicato dalla vittima.

Dinamica Già all’esito delle prime verifiche la dinamica dell’evento riferita nella denuncia dalla donna iniziava a vacillare: nessuna l’aveva mai vista entrare nel bar annesso al distributore di carburanti, né la sua autovettura era mai transitata in quella piazzola di sosta, così come non era mai transitata alcuna motocicletta.

Denunciata Approfondendo le verifiche, emergeva poi come la stessa donna avesse già, qualche mese prima, denunciato una rapina simile, che sarebbe avvenuta nel viterbese con le medesime modalità, anche in quel caso senza alcun riscontro oggettivo. All’esito delle investigazioni, riscontrato come la rapina non sia mai avvenuta, la donna è stata denunciata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Terni per simulazione di reato.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere