domenica 24 Ottobre 2021 - 11:49
9 C
Rome

Sileri in Umbria: “Se avanti così, presto via mascherine. Riorganizzeremo il servizio sanitario nazionale”

Il sottosegretario alla salute, in Umbria per un evento elettorale, ha parlato della pandemia: "Green pass e vaccinazioni hanno abbassato il contagio"

AMELIA – L’incontro elettorale per sostenere il candidato Pompeo Petrarca ad Amelia, Stefania Prpietti  ad Assisi e Andrea Sisti a Spoleto, è stata l’occasione per il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri anche per fare il punto sulla situazione sanitaria.

“I numeri di queste settimane, dopo le riaperture non solo delle scuole ma di tutte le attività, stanno andando molto bene. E’ chiaro che andando avanti con la vaccinazione, se i numeri dovessero mantenersi così o addirittura abbassarsi, anche le quarantene dovranno essere ridotte per i vaccinati, così come nel tempo abbandoneremo distanza e mascherina”, ha sottolineato.

Pandemia, numeri in miglioramento

“Non significa che abbandoneremo distanza e mascherine domani – ha precisato -, ma quando la vaccinazione sarà andata avanti e i numeri saranno ulteriormente migliorati”. Parlando poi nello specifico dei numeri  ha aggiunto che sono già “eccezionali” e “i Paesi occidentali guardano al modello Italia come modello da poter replicare”. “Questo – ha concluso – grazie al Green pass nella sua doppia veste, vaccinazione e diagnostica con tamponi e test in generale”

Servizio Sanitario Nazionale ed Ospedale Narni-Amelia

L’incontro amerino si è svolto in località Cammartana, area dove è prevista la realizzazione del nuovo ospedale comprensoriale di Narni-Amelia, in merito alla quale si stanno valutando varie forme di finanziamento.

Sileri a questo proposito ha aggiunto che il servizio sanitario nazionale sarà rivoluzionato rispetto al passato: “Ci sarà un nuovo decreto – sottolinea – che andrà a ristrutturare la rete ospedaliera nazionale. Ad esempio – i posti in terapia intensiva andranno alzati, se sono stati chiusi posti letto di alcuni unità operative dovranno essere ripotenziati, le chirurgie dovranno essere riorganizzate con percorsi ben definiti che porteranno ad un incremento dei posti letto”.

Assistenza sul territorio

Questa riorganizzazione avverrà in “ogni regione”, con la presenza “di un grande assente del passato che è l’assistenza sul territorio”. “Tra ospedali di comunità, case di comunità, assistenza domiciliare integrata e centrali operative – ha aggiunto il sottosegretario – sarà maggiore la presenza del nostro Servizio sanitario nazionale quanto più vicino ai pazienti, con l’impegno di assistere il 10% degli over 65 quanto più vicini possibili a casa, se non a casa”. Per farlo servirà “un monitoraggio più stretto delle Regioni, con cui – ha concluso Sileri – ridisegneremo il perimetro in modo chiaro, con risorse chiare, con opportune rendicontazioni e tempi certi”.

 

 

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi