CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sicurezza, i parlamentari della Lega al Pd: “Marini pensi al territorio”

Perugia Terni Politica Extra

Sicurezza, i parlamentari della Lega al Pd: “Marini pensi al territorio”

Redazione politica
Condividi

Una manifestazione della Lega a Terni

PERUGIA – Sulla sicurezza è scontro aperto tra Lega e Pd. “Colpisce che anzichè unirsi al Governo nella denuncia della criminalità organizzata, il Pd umbro preferisca negare l’ evidenza”: i parlamentari della Lega Umbria, dopo il botta e risposta, fanno quadrato intorno al sottosegretario dell’Interno Stefano Candiani (che aveva accusato le amministrazioni della regione di non essere state attente al fenomeno delle infiltrazioni criminali ndr) ed invitano la presidente della Regione Catiuscia Marini “ad occuparsi del territorio”. “Forse – dicono – le dichiarazioni del senatore Candiani non le risulterebbero così anomale”. “Ma del resto – sostengono ancora i parlamentari della Lega in una nota – non possiamo pretendere molto visto che stiamo parlando di un partito politico in caduta libera, con forti perdite di consensi, non solo in Umbria ma anche nel resto dell’Italia”.

Letargo I parlamentari della Lega sottolineano come “il Pd, per mesi in letargo, prenda coscienza di esistere solo quando c’è da attaccare la Lega. Così è stato con il Decreto sicurezza, per il quale la presidente, a spese dei cittadini, si è rivolta alla Consulta per richiederne il rigetto, così è stato quando ha trovato nelle casse regionali, un bel tesoretto di 70 mila euro da destinare agli immigrati. La figura di paladina della giustizia, quindi, poco le si addice. Da tempo il Pd ha abbandonato la Regione, l’unica volta che ha provato a valorizzarla ha scambiato l’Umbria con la Toscana”. Insomma, la campagna elettorale è aperta. E la sicurezza sarà uno dei temi.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere