CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sicurezza, a Perugia e provincia calano i reati e la metà sono furti

Perugia Cronaca e Attualità

Sicurezza, a Perugia e provincia calano i reati e la metà sono furti

Redazione
Condividi
Cerimonia a Perugia per 168° della Polizia di Stato
Cerimonia a Perugia per 168° della Polizia di Stato

PERUGIA – Quasi la metà dei delitti commessi in provincia di Perugia sono furti, che però scendono ancora dell’8,1 per cento, ma è in diminuzione anche il bilancio complessivo dei reati commessi nel territorio, col crimine che frena del 5,6 per cento in provincia e del 7,2 per cento nel capoluogo di regione. Celebra così il 168° anniversario della Fondazione della Polizia di Stato, la questura guidata da Antonio Sbrodone che venerdì ha fatto il punto sull’impegno degli agenti e degli investigatori dell’ultimo anno, precisamente dal primo marzo 2019 al 28 febbraio 2020, L’operazione più significativa, resta quella sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta in Umbria, facendo scattare all’alba del 12 dicembre scorso 23 arresti, più altri quattro eseguiti contemporaneamente con Core Business, l’indagine dalla Dda di Reggio Calabria.

Furti Nonostante la diminuzione dei delitti nei dodici mesi di riferimento, comunque, la polizia ha incrementato il numero degli arresti, facendo scattare le manette ai polsi di 332 persone, contro le 285 del periodo precedente (+17 per cento). Aumento significativo anche per le denunce, con 1.965 che sono state segnalate alle procura di Perugia e Spoleto, a fronte dei 1.546 dello scorso anno (+27 per cento).  Se i furti rappresentano il 49,6 per cento dei reati commessi tra il capoluogo e la provincia, il secondo posto del podio della delinquenza è rappresentato dai danneggiamenti, che assorbono il 10,5 per cento delle segnalazioni arrivate in questura e nei quattro commissariati di Foligno, Città di Castello, Spoleto e Assisi. Dietro ladri e vandali, si piazzano i truffatori che, anche con frodi informatiche, hanno compiuto l’8,5 per cento dei delitti, mentre lo spaccio rappresenta l’1,4 per cento dei reati rilevati dalla polizia e le rapine lo 0,8 per cento.