CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Servizio Idrico Integrato, presto nuovi punti informativi in otto comuni

Extra Città

Servizio Idrico Integrato, presto nuovi punti informativi in otto comuni

Redazione
Condividi

TERNI – Cresce l’utilizzo dei servizi on line, in particolare e-mail e numero verde. Oltre l’81% degli utenti utilizza infatti ormai stabilmente gli strumenti telematici evitando di ricorrere ai font office fisici per fare le pratiche. Un dato molto positivo che conferma la qualità e l’utilità dei nuovi strumenti della Sii sui quali il servizio idrico continua ad investire in termini di risorse economiche e professionali.

“Siamo soddisfatti – dichiara il direttore generale Paolo Rueca – di come l’utenza sta accogliendo le innovazioni che, ricordiamo, sono estremamente utili perché riducono sensibilmente i tempi ed evitano lunghe e ormai inutili file agli sportelli per quasi tutti i servizi che si possono fare direttamente da casa”. Per migliorare ulteriormente l’approccio e la conoscenza con i sistemi informatizzati la Sii ha già svolto una serie di corsi di informatizzazione in vari centri del territorio provinciale riscotendo un notevole numero di adesioni. Ora sta partendo un ulteriore servizio che sarà gestito direttamente dalle associazioni di consumatori. Accogliendo la proposta della consulta dei consumatori, Sii, in collaborazione con Ati, ha infatti avviato il progetto di apertura di nuovi punti informativi e di supporto in otto comuni della provincia. Si tratta di San Gemini, Montecastrilli, Avigliano Umbro, Arrone, Stroncone, Lugnano in Teverina, Parrano e Otricoli, dove funzioneranno a breve sportelli nei quali supportare i cittadini per le pratiche on line. Il via è previsto ai primi di ottobre. Nei punti informativi gestiti dalle associazioni dei consumatori ci saranno degli esperti che forniranno assistenza per le pratiche on line. “E’ un ulteriore salto di livello per i servizi innovativi – spiega sempre Rueca – che punta a dare risposte e supporto a quella fetta di utenza che non ha ancora la possibilità di utilizzare autonomamente il computer. L’obiettivo è di estendere ancora di più l’utilizzo dell’on line, aumentando quella percentuale dell’81% che è già un ottimo risultato. Grazie alla collaborazione tra Ati, Sii, consulta e Comuni, riusciamo a dare ulteriori risposte efficienti e moderne”.

E non è tutto. Gli sportelli funzioneranno infatti anche per la raccolta delle domande relative all’accesso alle risorse del Fondo utenze deboli (Fud), aumentando quindi numericamente e tecnicamente i punti dove potersi recare per depositare la domanda. “Questo è un altro importante vantaggio per l’utenza – sottolinea sempre Rueca – che aumenta le possibilità di accesso al Fud e facilita ulteriormente la presentazione delle domande”.

“E’ un progetto che abbiamo avviato insieme alla Sii, all’Ati e ai Comuni – dichiara il coordinatore della consulta dei consumatori Isoliero Cassetti – per aumentare la possibilità da parte dei cittadini di ricorrere ai servizi on line. Ci sono fasce di età, non necessariamente solo anziane, che hanno difficoltà a gestire un sistema nuovo come quello telematico. Noi siamo conviti che l’on line sia il futuro anche per società come la Sii e per questo abbiamo deciso e proposto al servizio idrico di mettere in atto un sistema che aumenti la possibilità di utilizzo e aiuti le persone a fare le pratiche. Molto importante – aggiunge Cassetti – è anche il supporto che daremo per il Fud in modo che le famiglie e gli utenti in generale abbiano un ulteriore strumento a disposizione per accedere ai fondi. Gli sportelli – conclude Cassetti – verranno aperti inizialmente in otto comuni ma la prospettiva è quella di aumentarne il numero nel 2017 fino a coprire l’intero territorio”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere