CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Serie D, le quattro umbre a caccia del riscatto dopo l’esordio horror

Calcio Sport

Serie D, le quattro umbre a caccia del riscatto dopo l’esordio horror

Emanuele Lombardini
Condividi

PERUGIA – La consolazione è magra, ma è pur sempre un punto di partenza: sarà difficile fare peggio degli zero punti, con 14 gol incassati e uno solo segnato della scorsa settimana. Ma certo è che alla seconda di campionato (ore 15) le umbre di serie D sono assolutamente chiamate ad un pronto riscatto. A occhio e croce, non sarà una operazione semplice.

A Foligno è appena arrivato Silvio Merkaj, un giovane di talento, certo, ma l’ex Castel del Piano non ha mai affrontato la serie D. Guazzolini, che non ha mancato di sottolineare i problemi del gruppo, lo avrà già a disposizione oggi per il debutto interno contro L’Aquila (1-1 col Monterosi alla prima) degli ex grifoni Giorgio La Vista e Arboleda e dell’ex Farroni, ora fra i pali rossoblù. Massimo Morgia, tecnico degli abruzzesi è una vecchia volpe, ne uscirà un match interessante. Sempre in casa Foligno ufficializzati anche il centrocampista Tommaso Buonocunto dal Castellazzo e i difensori Michele Canale (dallo Scordia) e Davide Mazza (ex Chieti), tutti classe 1996.

Dopo la cinquina presa all’esordio, il Trestina di Zampagna ospita oggi al Casini l’Ostia Mare (1-0 al Latte Dolce alla prima) che ha nell’ex giocatore della Ternana Adriano D’Astolfo l’uomo più rappresentativo. Il Città di Castello, ancora in cerca di identità dopo la fine prematura del reality è anche senza tecnico (in panchina di nuovo Genco dopo l’addio di Condemi): la trasferta a Nuoro (i verdeazzurri hanno espugnato Sassari 2-0) non è propriamente delle più agevoli e in più non avrà neanche Missaglia, squalificato per tre giornate dopo l’espulsione con l’Albalonga. Quest’ultima ospiterà il Sansepolcro, squadra federalmente umbra: la sconfitta di Avezzano brucia ancora in casa bianconera e per la squadra di Schenardi si profila un’altra sfida tosta (c’è da dire peraltro che il girone con sarde e laziali è forse uno dei peggiori). Nel team allenato dall’ex attaccante del Treviso Chiappara militano diversi nomi noti: l’ex Lodigiani Delgado, l’ex rossoverde Rocco Giannone e il brasiliano Wilson Cruz, ex Foggia e Cavese.

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere