CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Serie B, l’Assocalciatori fa la voce grossa: “Rinviare i primi due turni”

Calcio Perugia Terni Sport Città

Serie B, l’Assocalciatori fa la voce grossa: “Rinviare i primi due turni”

Redazione sportiva
Condividi

PERUGIA – “Abbiamo valutato la situazione, in questi giorni faremo approfondimenti con i calciatori”: così il presidente dell’ Aic, Damiano Tommasi, dopo l’ incontro con i 19 club di Serie B e delle sei società che ambiscono al ripescaggio, contro la decisione di Figc e Lega di B di bloccare i ripescaggi e iniziare il campionato il 24 agosto. “Rimane lo stato di agitazione – ha proseguito il numero uno dell’associazione dei calciatori – e continuiamo a ritenere che sarebbe più opportuno almeno rinviare le prime due giornate aspettando il pronunciamento del Collegio di Garanzia”.

Comportamento grave “Oggi non avevamo intenzione di proclamare nessuno sciopero”, ha continuato Tommasi, sottolineando che nell’ incontro “è stato condiviso un comportamento gravissimo nei confronti dei calciatori da parte della Lega e delle società, che si è verificato in questi giorni e che ovviamente faremo presente in sede legale. Sicuramente non è un buon inizio”. Il riferimento è a un comunicato che, secondo l’ Aic, i club hanno sottoposto alla firma dei capitani delle loro squadre per evitare lo sciopero: “Questo la dice lunga sulle pressioni che i giocatori hanno ricevuto in questi giorni”, ha aggiunto Tommasi.

Corsa contro il tempo Adesso è corsa contro il tempo, con il presidente Aic che auspica un incontro a breve con il presidente della Lega B, Mauro Balata: “Ci sentiremo nelle prossime ore, l’ auspicio è quello che si possa tornare a parlare come abbiamo fatto sempre con la B in maniera costruttiva – conclude Tommasi -. Se si gioca Brescia-Perugia? In questo momento non saprei rispondere”.

Qui Perugia Queste le dichiarazioni del presidente del Perugia, Massimiliano Santopadre – riportate dalla pagina Facebook di Umbria Radio – rilasciate in seguito a quelle di Damiano Tommasi: “Noi come club di B dobbiamo rispondere soltanto a Fabbricini e Balata e non ad altre leghe o associazioni – ha detto il patron perugino – quindi, venerdì alle ore 21, saremo regolarmente in campo e daremo insieme al Brescia il calcio d’inizio al campionato a meno che le istituzioni preposte a decidere non comunichino il contrario”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere