CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Serie B, club compatti, stavolta c’è anche il Perugia: “Riprendiamo il campionato”

Calcio Sport

Serie B, club compatti, stavolta c’è anche il Perugia: “Riprendiamo il campionato”

Redazione sportiva
Condividi
Massimiliano Santopadre, presidente del Perugia
Massimiliano Santopadre, presidente del Perugia

ROMA – Assemblea di Lega B svolta in videoconferenza. Presenti tutte le società. Unanimità delle delibere e volontà di ripresa, con esigenze di tutelare club e campionato di Serie B, hanno caratterizzato l’incontro di venerdì. Dunque anche per il Perugia, che pure inzialmente aveva dato parere contrario, ora c’è l’ok per ripartire.

Una riunione che ha visto anche la presenza di importanti ospiti, del mondo scientifico e della Fifa, invitati dal presidente Mauro Balata, per relazionare sullo stato attuale della crisi e fornire chiarimenti ai club. ‘Stiamo lavorando quotidianamente – ha riferito il presidente della Lega B – in un quadro emergenziale, per elaborare le migliori soluzioni possibili e tutelare i club in ogni settore di competenza. Per questo abbiamo istituto un coordinamento che possa aggiornare ma anche fornire servizi alle società riguardanti questa gravissima emergenza e, inoltre, collaborare con Figc e Governo per rendere possibile la ripartenza del campionato’.

L’Assemblea all’unanimità ha deliberato che ‘in ragione dell’assenza al momento di un provvedimento governativo di autorizzazione alla ripresa degli allenamenti in forma collettiva, nonché del relativo protocollo, si ritiene necessario, all’esito dell’eventuale pubblicazione di tale provvedimento e previa valutazione circa l’applicabilità del protocollo stesso da parte dei club, il decorso per la ripresa degli allenamenti in forma collettiva di un periodo di 10 giorni dalla sua emanazione per esigenze organizzative e gestionali’.

Relazione In apertura si è tenuta un’approfondita relazione sugli aggiornamenti di carattere medico scientifico da parte di Paolo Zeppilli, presidente della commissione medico scientifica Figc, di Franco Perona, presidente della Commissione medico scientifica della Lega B, e di Vincenzo Salini membro della Commissione medico scientifica della Lega B e componente della Commissione medico scientifica della Figc. Ai tre esperti i presidenti della Lega B hanno avanzato domande di carattere organizzativo e sanitario rimarcando inoltre l’esigenza di avere chiarimenti in merito ad alcune previsioni inserite nel protocollo e anticipate in questi giorni.

Santopadre. Il presidente del Perugia, Massimiliano Santopadre, aveva parlato sull’argomento alla Gazzetta dello sport: “Abbiamo chiesto 3 mesi alla Lega per ricominciare e finire la stagione. Se ripartiamo lo facciamo per una questione economica. Ho il morale a terra, la mia azienda è in ginocchio e non sento soluzioni convincenti. Al Governo e al Consiglio Federale non ci sono imprenditori, ma solo dipendenti. Dovremmo essere chiamati anche noi a decidere. Non è giusto che chi immette liquidità non possa partecipare alle discussioni. Non sappiamo quali aiuti avremo e non abbiamo ancora un protocollo nostro. Quello per la A comporta costi per 400 mila euro e se poi non si riparte più? Una ripartenza forzata rischia comunque di danneggiare tutto il sistema“.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere