CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Schianto sull’Autostrada del Brennero: muore operaio orvietano

Cronaca e Attualità

Schianto sull’Autostrada del Brennero: muore operaio orvietano

Emanuele Lombardini
Condividi

Il Minibus (foto Vigili del Fuoco di Egna)

ORVIETOSchianto fatale questa mattina attorno alle 5.30 a Vadena (BZ) lungo l’autostrada del Brennero. Un operaio di Orvieto residente a Viterbo, Emanuele Porcari, 55 anni, è morto mentre viaggiava a bordo di un minibus Ford Transit che trasportava oltre a lui altri quattro colleghi, tre concittadini e uno residente a Bagnoregio (VT). Il minibus si è schiantato contro il posteriore di un tir di una ditta di autotrasporti mentre si trovava nella corsia in accelerazione. Feriti gli altri quattro, due in modo grave, uno in modo medio ed uno lievemente. I due più gravi, il guidatore (un giovane di 23 anni) e colui che gli sedeva a fianco, sono stati trasportati all’ospedale San Maurizio di Bolzano. Per uno dei due, di 49 anni, è stato necessario ricorrere immediatamente alla sala operatoria, uno risulta ancora in stato di incoscienza. Gli altri tre passeggeri hanno riportato  fratture scomposte e lesioni agli organi interni e sono ancora in prognosi riservata. Il giovane conducente del minibus è ora indagato dalla procura di Bolzano: le indagini dovranno verificare se sia stata rispettata la distanza di sicurezza. Il conducente  del camion, un ungherese di 37 anni è invece rimasto illeso ed è risultato negativo all’alcoltest. E’ stato lui a dare l’allarme.

Emanuele Porcari era un personaggio molto noto ad Orvieto ed era parente di due protagonisti dell’Orvietana calcio: è infatti fratello del dirigente Massimo e zio del direttore sportivo dei biancorossi Matteo.

Impatto orvieto

L’impatto al Brennero (foto Vigili del Fuoco Egna)

Il tir, secondo quanto emerge, stava procedendo regolarmente sulla sua corsia, dopo essersi fermato all’autogrill, quando il minibus lo ha colpito accartocciandosi sotto il rimorchio. Le cause dell’impatto sono ancora in fase di accertamento ma le prime indagini della Polizia non hanno rilevato alcun segno di frenata sull’asfalto: sembra possa essersi trattato di un colpo di sonno. Nel cassone del minibus gli operai, che avevano lavorato tutta la notte al rifacimento di alcune parti della stazione di Vipiteno, trasportavano alcune borse da lavoro.

Fra l’altro l’estrazione di tre operai, quelli seduti davanti, si è rivelata molto complicata, poichè sono rimasti incastrati fra le lamiere quindi ed hanno dovuto aspettare i vigili del fuoco del corpo permanente di Bolzano. Sul posto sono intervenuti anche i volontari vigili del fuoco di Egna,  la Croce bianca e l’elisoccorso.

 

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere