CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Santa Barbara, i vigili del fuoco dell’Umbria celebrano la loro Patrona

Perugia Cronaca e Attualità Città

Santa Barbara, i vigili del fuoco dell’Umbria celebrano la loro Patrona

Redazione
Condividi

PERUGIA – E’ celebrata presso la sede centrale del Comando provinciale dei vigili del fuoco di Perugia la cerimonia in onore di Santa Barbara, patrona dei vigili del fuoco
La giornata ha avuto inizio con la deposizione di una corona di alloro ai caduti e quindi con la Santa Messa officiata dal cardinale arcivescovo di Perugia e Città della Pieve e presidente della Conferenza episcopale italiana, Gualtiero Bassetti, e da dAlessio FIFI – parroco di San Raffaele Arcangelo.

Cerimonie Ha fatto seguito un breve discorso del comandante provinciale, Francesco Notaro e quindi la consegna onorificenze e riconoscimenti  Alla cerimonia hanno preso parte le autorità civili, militari e religiose oltre al personale dei vigili del fuoco in servizio e quello libero da servizio, il personale volontario, il personale amministrativo, il personale in pensione e le rispettive Famiglie. Nel pomeriggio alla presenza delle autorità locali, analoghe cerimonie si terranno presso le sedi dei Distaccamenti di Spoleto, Todi, Foligno, Assisi, Città di Castello e Gubbio. In particolare, a partire dalle ore 18.30 Gubbio nella sede del Distaccamento dei vigili del fuoco in Via dell’ Arboreto, alla presenza delle massime autorità, la S. Messa sarà concelebrata dal Vescovo Mario Ceccobelli e dal nuovo Vescovo di Gubbio, monsignor Luciano Paolucci Bedini.

Numeri “Il personale che mi onoro di dirigere – ha detto il comandante Notaro ., ogni giorno, non ha mai fatto mancare il proprio determinante apporto, e in ambito provinciale, dal primo di gennaio 2017 ad oggi , ha effettuato oltre 22.000 interventi di soccorso di cui oltre 7.000 nel comprensorio della Valnerina.  Il personale di questo Comando è stato impegnato anche in altre regioni come a Rigopiano e ad Ischia a seguito degli eventi drammatici che hanno interessato quelle località. La sempre maggiore complessità degli interventi viene fronteggiata con l’impiego di personale preparato ma anche con l’uso di mezzi aerei e di supporti tecnologici innovativi sempre più utili come anche nelle operazioni coordinate dalla Prefettura per la ricerca di persone scomparse, attività che registrano negli anni un significativo incremento in termini numerici.  Un impegno quello nel soccorso che ha visto molti riconoscimenti dalla carta di cittadinanza europea” conferita dal Sindaco di Norcia il 30 Ottobre scorso alle varie cittadinanze onorarie a quella della presidente della Regione dell’umbria che ha voluto dedicare ai Vigili del fuoco di questa regione il manifesto pubblico nella ricorrenza del 2 Giugno, festa della Repubblica”.

Terni A Terni la cerimonia è cominciata alle 8 con l’alzabandiera e la deposizione di corone presso il monumento ai caduti, fra i quali Stefano Picerno, ucciso a 37 anni dalla mafia nel 1993 nella strage di via Palestro a Milano. Quindi come ogni anno si è svolta la staffetta ginnica sino all’edicola di Sant Barbara, che si trova a Marmore. Mentre a seguire il vescovo monsignor Giuseppe Piemontese ha officiato la Santa Messa presso il comando provinciale di via Bramante alla presenza delle autorità civili e militari. A seguire sono state consegnate le onorificenze e gli attestati al personale operativo e in quiescenza che si è distinto per particolari meriti. Fra questi anche il gruppo che in occasione delle scosse del 25 agosto del 2016 ha salvato un uomo sotto le macerie ad Accumoli e il gruppo che ha sventato un suicidio dal Ponte di Augusto a Narni. Una cerimonia si è svolta anche al comando di Orvieto. Numeri nel ternano. Ricordati dal comandante Gianfranco Monopoli i tanti interventi, compreso quello recente a Rocca San Zenone per l’incendio e ovviamente quelli del sisma: 4500 gli interventi nell’anno dei quali 400 per l’incendio. Recuperate 5.600 opere d’arte in 120 distinte attività.