CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Inchiesta sanità, sospetti su un concorso per operatore socio sanitario del 2015

EVIDENZA Perugia Cronaca e Attualità Extra

Inchiesta sanità, sospetti su un concorso per operatore socio sanitario del 2015

Redazione
Condividi

L'ingresso dell'ospedale di Perugia

PERUGIA – Gli ultimi cinque anni di concorsi per l’ospedale di Perugia sotto inchiesta. Sono questi gli sviluppi della vicenda sanitopoli. Ne riferisce il Messaggero, secondo il quale gli inquirenti vogliono passare al vaglio molto più dei dieci concorsi del 2018 dove sono state riscontrate irregolarità, per via di alcune segnalazioni.

Gli investigatori della Finanza e i Magistrati starebbero iniziando a vagliare questa nuova pista con l’intenzione di scoperchiare altro malaffare, per capire insomma se il ‘sistema’ fosse già in funzione in precedenza o si fosse attivato con l’ultimo anno e mezzo.

Novità. Secondo quanto riferisce il quotidiano, in una pen drive sequestrata a Patrizia Borghesi, la presidente del concorso per infermieri finito nel mirino, sarebbe stato ritrovato non solo tutto il modus operandi, con tanto di ‘sponsor’ dei candidati e voti alzati del 2018, ma anche una analogia con un altro  concorso per la copertura a tempo indeterminato di 35 posti vacanti di operatore socio sanitario nel 2015, sempre da lei presieduto. Stessi ‘colori’ usati per identificare i candidati, stessa metodologia.