CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Sanità, tumore alla prostata: riconoscimento internazionale alla ricerca umbra

Perugia Cronaca e Attualità Sanità

Sanità, tumore alla prostata: riconoscimento internazionale alla ricerca umbra

Redazione
Condividi

Corsia d'ospedale (foto d'archivio)

PERUGIA – Prestigioso riconoscimento internazionale per la tecnica chirurgica del trattamento del tumore prostatico, realizzata da Ettore Mearini, direttore della struttura complessa di Chirurgia urologica degli ospedali di Perugia e Terni. É stato appena pubblicato lo studio presentato dal suo gruppo sulla prestigiosa rivista specialistica ‘Journal of Endoiurology’, che descrive, nel dettaglio, la tecnica innovativa.

L’intervento I risultati conseguiti, parte fondante dello studio, hanno determinato l’apprezzamento del consesso scientifico internazionale, attribuendo a tale tecnica «tutta la propria originalità». Allo studio nella edizione cartacea della rivista é stata dedicata la copertina, proprio per sottolineare i risultati conseguiti. L’intervento, che ha come acronimo ‘Perusia’, descrive gli accorgimenti della chirurgia robotica che permettono di preservare tutto il sistema nervoso e vascolare che circonda la ghiandola. «In concreto – dichiara Mearini all’ufficio stampa dell’azienda ospedaliera di Perugia – i nostri pazienti hanno una normale potenza sessuale in oltre il 60% dei casi, e in più, la temuta complicanza legata alla incontinenza urinaria è stata ridimensionata nel 2% degli oltre 500 interventi che abbiamo eseguito in Umbria».

Mearini Il tumore prostatico è la neoplasia più frequente nel sesso maschile e la tecnica chirurgica innovativa può essere applicata nei casi selezionati in cui la diagnosi risulta precoce: «ne consegue – sottolinea Mearini – la necessità, al pari delle campagna di prevenzione del tumore della mammella, di realizzare centri regionali di riferimento in grado di offrire uno straordinario binomio: diagnosi precoce e guarigione senza complicanze per migliorare sempre più i risultati già eccellenti conseguiti con la nostra tecnica».