CARICAMENTO

Scrivi per cercare



Sanità, nelle farmacie pubbliche dell’Umbria sette giorni di screening

Perugia Cronaca e Attualità

Sanità, nelle farmacie pubbliche dell’Umbria sette giorni di screening

Redazione
Condividi

L'interno di una farmacia
PERUGIA –  Auto misurazioni assistite della pressione sanguigna, della glicemia, del colesterolo totale e del peso corporeo. Si chiama «Io mi sto a cuore» il progetto di Assofarm, l’associazione che riunisce tutte le farmacie pubbliche, in programma dal 21 al 27 maggio. I dati raccolti verranno trascritti in una scheda dedicata che i pazienti consegneranno al medico di medicina generale. “Abbiamo deciso – spiega il dottor Ilario Baratta, responsabile del coordinamento tecnico di Assofarm – di attivare il progetto perché in Italia le malattie cardiovascolari rappresentano la principale causa di morte, essendo responsabili del 44 percento circa dei decessi. Fare prevenzione, quindi, è di fondamentale importanza sia dal punto di vista sociale, che sanitario ed economico”.

Unisono Il coordinamento di Assofarm in Umbria, dopo un lungo periodo di inattività, dal luglio scorso ha ripreso a lavorare con intensità.”È la prima volta – dice Virgilio Puletti – presidente di Assofarm – che una iniziativa viene attuata all’unisono dalle farmacie pubbliche della nostra regione”. Il progetto ‘Io mi sto a cuore’ ha ottenuto il patrocinio della Regione dell’Umbria, della Provincia di Perugia, dell’Ordine dei farmacisti di Perugia e di tutti i Comuni dell’Umbria proprietari di Farmacie iscritte ad Assofarm che hanno aderito all’iniziativa. L’associazione rappresenta a livello istituzionale e sindacale le aziende speciali, i consorzi, i servizi farmaceutici e le società che gestiscono le farmacie pubbliche, con un giro d’affari di circa 1,7 miliardi di euro costituito in principal modo dalla vendita di medicinali.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere