CARICAMENTO

Scrivi per cercare



San Gemini, Francescangeli si dimette da assessore e da consigliere: Consiglio bollente il 19

Terni Politica

San Gemini, Francescangeli si dimette da assessore e da consigliere: Consiglio bollente il 19

Andrea Giuli
Condividi

Una seduta del consiglio comunale di San Gemini

SAN GEMINI – Terremoto politico nella placida San Gemini, proprio nel momento in cui il sindaco della cittadina, Leonardo Grimani, è candidato alle elezioni politiche (e in posizione utile) per il Pd. Sarà un caso.

Dimissioni Nelle ore scorse, infatti, più o meno alla chetichella, l’assessore e consigliere comunale Roberto Francescangeli, si è dimesso da ambedue le cariche, creando non poche difficoltà allo stesso Grimani, di cui Francescangeli era collaboratore strettissimo. Al momento, le reali ragioni della decisione dell’ex assessore non sono ben chiare. Appare comunque piuttosto evivente che la sua scelta aumenta il caos politico nella cittadina delle acque minerali, da tempo al centro di continue, feroce polemiche politiche interne alla maggioranza consiliare e alle prese con un complesso pre-dissesto finanziario del Comune.

Le minoranze chiamano i cittadini in Consiglio A questo punto, i consiglieri di minoranza Fredduzzi, Francescangeli, Ferrotti, Masci (Lista Obiettivo comune) e Trotti e Laurucci del Gruppo Misto, da sempre col fiato sul collo del sindaco Grimani e della sua attuale maggioranza, ci mettono un bel carico, nero su bianco:

“Il giorno 8 febbraio abbiamo prodotto un volantino, che stiamo facendo arrivare a quanti più cittadini possibili, in cui si evidenzia la mancata convocazione nei tempi di legge del consiglio comunale richiesto dalle forze di opposizione.

In quel volantino evidenziamo l’esistenza di una maggioranza “sfilacciata ed impacciata” e tale definizione non è mai stata così calzante alla realtà, tanto che oggi possiamo confermare le dimissioni dell’assessore ai Lavori pubblici.

La persona più fidata del sindaco, il consigliere con più voti alle ultime elezioni, colui che a detta di tutti sarebbe potuto divenire il prossimo sindaco, getta la spugna nel momento meno opportuno, lasciando il sindaco a combattere da solo. Direttive di Partito, ragioni personali, quale la motivazione? Comunque non ci interessa e per rispetto della persona non indugeremo oltre. Siamo però dispiaciuti che gli argomenti che affronteremo in Consiglio, essendo la maggior parte di questi relativi ai Lavori pubblici, non avranno risposte dal referente specifico.

Sarebbe interessante sapere se ci sarà un altro teatrino di poltrone, come quello al quale abbiamo assistito appena sei mesi fa, oppure se, in vista delle elezioni politiche, preferiranno continuare a tacere, nascondendo la crisi interna. Il 12 febbraio abbiamo finalmente avuto ufficiale conferma del prossimo consiglio comunale straordinario, fissato per lun’edizione 19 febbraio alle ore 16,30. Facciamo un appello a tutti i Sangeminesi: venite in Consiglio. E’ un’occasione per pesare la competenza del Governo cittadino”.

 

 

 

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere