domenica 16 Maggio 2021 - 05:44
17.2 C
Rome

Sagra degli errori al Liberati, la Ternana chiude la regular season con un ko

Incredibile partita al Liberati: la Ternana va sotto, recupera, fallisce un rigore e poi perde, incassando due gol con un uomo in più.

TERNANA (4-2-3-1): Casadei; Defendi, Boben (11’st Proietti), Kontek, Celli (38’st Peralta); Paghera (19’pt Suagher), Salzano; Partipilo (38’st Russo M.), Falletti, Furlan, Vantaggiato (11’st Raicevic). A disp.: Vitali, Mammarella,  Ferrante, Torromino, Ndir,  Laverone, Frascatore. All.: Lucarelli
JUVE STABIA (3-4-3): Russo D.; Esposito, Troest (26’st Caldore), Elizalde; Garattoni, Suciu (14’st Berardocco), Vallocchia, Rizzo; Fantacci (14’st Orlando), Marotta (26’st Cernigoi), Borrelli (19’st Scaccabarozzi). A disp.: Farroni, Lia, Mulè, Bovo, Guarracino, Ripa, Fioravanti. All.: Padalino
ARBITRO: Costanza di Agrigento (assistenti: Boggiani-Landoni IV Uomo Ursini)
MARCATORI: 13’pt Fantacci (T), 13’st Suagher (T), 24’st, 30’st Raicevic (T), 42’st rig Berardocco (J), 47’st aut. Salzano (J)
NOTE: Serata fresca, terreno di gioco in buone condizioni, gara giocata a porte chiuse. Espulso 36′ st Garattoni (J) per doppia ammonizione. Ammoniti: Boben (T), Peralta (T) Calci d’angolo: 3-4. Recupero: 2’pt 4’st. Al 30’pt Russo D (J) para un rigore a Falletti.

TERNI – La Ternana chiude la regular season con una sconfitta degna di rocambole: 4-3 in casa con la Juve Stabia e due gol presi dai rossoverdi con l’uomo in più. Si ferma l’imbattibilità casalinga, in un match dove si ergono in negativo Casadei, la difesa rossoverde, il portiere stabiese e tutta la terna arbitrale.

Le scelte. Contrariamente a quanto annunciato un mese fa, a Casadei è concessa una seconda partita: è lui in porta nell’ultima sfida di campionato. Per il resto, stante il rientro di Frascatore e Boben e le assenze di Palumbo e Damian, poche sorprese: in mediana Salzano con Paghera. Novità anche in casa stabiese: Suciu al debutto dal primo minuto, tanti avvicendamenti. In porta Russo, al posto dello spoletino ed ex grifone Farroni. Dall’inizio l’ex Marotta.

Primo tempo. La Ternana è subito pericolosa su punizione con Falletti con Russo che si distende e para in tuffo, ma la Juve Stabia col suo pressing alto prende in mano il gioco e al 13′ segna: Paghera si fa sorprendere dall’incursione di Fantacci che dal limite trova il sinistro vincente.

La Ternana si vede con Partipilo: piattone angolato in area, deviato da un difensore, poi esce Paghera, che si stira nel tentativo di andare a recuperare la palla: interni finiti, Kontek va in mezzo con l’ingresso di Suagher. Poco dopo gli stabiesi sfiorano il 2-0:  tiro al volo di Fantacci che attraversa l’area, ma nessun compagno ci arriva.

Non è giornata per la Ternana e lo si capisce  alla mezzora: triangolo Kontek-Partipilo, con l’attaccante che viene steso in area da Elizalde. Pochi dubbi sul rigore: Falletti tira angolato, Russo ci arriva e manda in angolo. L’uruguagio tenta il riscatto al 38′: servito bene da Partipilo, incrocia di destro e manda fuori di pochissimo. A seguire, nuova accelerazione con batti e ribatti in area stabiese che nessuno dei rossoverdi riesce a sfruttare, col portiere battuto e la difesa che spazza. Il tempo si chiude con una discesa di Defendi su cui un Kontek in velocità arriva male; palla altissima.

Secondo tempo. Si parte ancora con la Juve Stabia in attacco: Vallocchia con un rasoterra mette in difficoltà Casadei, palla a lato di un niente. Vespe pungenti: anche Borrelli sfiora il gol poco dopo, col portiere rossoverde che stavolta è attento.

Il pareggio rossoverde arriva quasi a sorpresa, sugli sviluppi di un calcio d’angolo: lo segna Suagher, al terzo centro stagionale: supera Troest e batte il portiere, che si vede passare il pallone sotto le gambe. Non c’è però nemmeno il tempo di festeggiare perchè la Juve Stabia ripassa avanti: topica clamorosa di Casadei che sbaglia un controllo coi piedi ed in pratica serve ad Orlando una palla facile facile che non può sbagliare a porta vuota.

La Ternana si getta avanti per cercare di non perdere l’imbattibilità interna e trova il pari al 24′: numero di Partipilo che arriva sul fondo e col destro mette la palla morbida sul secondo palo per il colpo di testa a terra di Raicevic.

Serata horror per i due portieri. Casadei anche dopo il 2-2 rischia seriamente un’altra topica, poi alla mezzora il collega stabiese Russo fa peggio: raccoglie un retropassaggio di Esposito, cincischia poi serve verso destra, dove c’è Raicevic che non può proprio sbagliare da un metro e mezzo.

Al 35′ altra occasione rossoverde: azione personale di Furlan, che mette il turbo, supera due avversari in velocità, ma al momento di calciare colpisce male e grazia Russo. Subito dopo succede l’incredibile: Garattoni va giù in area di rigore, il tocco di un difensore appare evidente, l’arbitro però opta per la simulazione e quindi caccia per doppio giallo il giallo.

Quasi a rimediare, il rigore l’arbitro lo assegna su una leggera di Peralta su Cernigoi in fuorigioco: segna Berardocco. Palla al centro e Falletti accelera di nuovo, centrando il palo a portiere battuto. Finisce in modo incredibile: Rizzo sfonda sulla sinistra con Peralta che non interviene perché ammonito, palla in mezzo dove Salzano fa autorete. Per la Supercoppa servirà un’altra Ternana.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi