CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Rogo Thyssenkrupp, Priegnitz ed Espenhahn sconteranno 5 anni di reclusione

Cronaca e Attualità Terni

Rogo Thyssenkrupp, Priegnitz ed Espenhahn sconteranno 5 anni di reclusione

Redazione
Condividi

Harald Espenhahn

TERNI -Si conclude nel modo che le vittime del rogo speravano: i due manager Thyssenkrupp Gerard Priegnitz e Harald Espenhahn andranno in carcere. Il tribunale superiore regionale di Hamm ha respinto il ricorso presentato dai legali dei due manager contro contro la decisione di eseguibilità della sentenza italiana che aveva condannato il primo a 6 anni e 10 mesi ed il secondo a 9 anni ed 8 mesi.

In cella Per entrambi, la pena è stata ridotta 5 anni (Il massimo previsto dall’ordinamento tedesco per questo tipo di reati), ma dovranno scontarli in cella, ciascuno per le loro responsabilità nell’incendio dell’acciaeria Thyssen Krupp di Torino che nel 2007 uccise sette dipendenti. “Era una notizia che attendevamo da tempo e oggi è arrivata: i due manager della Thyssenkrupp, condannati in Italia per il rogo che ha portato alla morte di sette persone, sconteranno la pena – adeguata al diritto tedesco – nel loro Paese”, scrive  il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede su Facebook. “Quando ho incontrato i familiari delle vittime, avevo detto che non si poteva pensare di sfuggire alla giustizia italiana semplicemente varcando il confine”.

Ferita Il pm di Torino Raffaele Guariniello dice: “Era un ferita da rimarginare, la pronuncia dei magistrati di Hamm conferma che il processo Thyssenkrupp fu un processo giusto”. Va ricordato che per la stessa vicenda, stanno scontando la pena in carcere i quattro manager italiani della multinazionale tedesca, fra cui i ternani Marco Pucci e Daniele Moroni. Priegnitz ed Espenhahn invece, fuggirono in Germania.

 

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere