CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Rogo mortale a Umbertide, proseguono le indagini: c’è un fermo

EVIDENZA Cronaca e Attualità Alta Umbria Extra Città

Rogo mortale a Umbertide, proseguono le indagini: c’è un fermo

Redazione
Condividi

UMBERTIDE – Un marocchino è stato sottoposto a fermo con le accuse di omicidio e incendio doloso nell’ambito delle indagini sulla morte di un suo connazionale quarantenne il cadavere del quale è stato trovato in un capannone abbandonato alla periferia di Umbertide interessato da un incendio durante la notte.

Il fermo I carabinieri – coordinati dal sostituto procuratore di Perugia Gemma Miliani -, anche in base agli accertamenti dei vigili del fuoco, ritengono che il rogo sia stato di natura dolosa. Innescato probabilmente utilizzando dell’alcol e dal quale è scaturito il parziale crollo del tetto dello stabile. Dagli elementi raccolti gli inquirenti ritengono che sia emersa la responsabilità del marocchino fermato in quanto successo. Di qui il suo fermo.

Interrogatorio Viene sentito dagli inquirenti in queste ore un connazionale del marocchino trovato morto all’ interno di un capannone alla periferia di Umbertide interessato da un incendio. Episodio su cui sono in corso indagini da parte dei carabinieri che al momento stanno valutando varie ipotesi, tra cui l’ omicidio.

Umbertide, incendio dopo una lite in via Emilia: una persona perde la vita

Ipotesi sul tavolo All’ interrogatorio è presente anche il sostituto procuratore di turno. Gli investigatori stanno tra l’ altro valutando eventuali legami con una lite tra due stranieri avvenuta ieri pomeriggio sempre a Umbertide. Dagli accertamenti è emerso che l’ incendio al capannone è di natura dolosa. Probabilmente appiccato utilizzando dell’ alcol.

La tragedia Sul corpo della vittima il medico legale ha trovato diverse ustioni ma non è ancora chiara la causa della morte né se ci siano ferite (non viene nemmeno escluso un decesso legato alle esalazioni dell’ incendio). Le fiamme hanno provocato anche il crollo di una parte del tetto della struttura. Per spegnere l’ incendio sono intervenuti i vigili del fuoco di Città di Castello.

Ordinanza di sgombero Sul posto, appena avvertito dell’evento, si è recato prontamente il sindaco del Comune di Umbertide Luca Carizia per accertarsi di persona di quanto era accaduto: “Verrà emessa in giornata apposita ordinanza sindacale – si legge in una nota – contingibile ed urgente di messa in sicurezza dello stabile e della viabilità circostante. L’Amministrazione, appena insediata da una settimana, intende impegnarsi nel trovare soluzioni concrete a questo tipo di problema e mettere insieme le giuste energie positive di Umbertide”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere