CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Rogo Ast, dopo la sentenza il ternano Marco Pucci si costituisce

Cronaca e Attualità Extra

Rogo Ast, dopo la sentenza il ternano Marco Pucci si costituisce

Andrea Giuli
Condividi

TERNI – A poche ore dalla sentenza della Corte di Cassazione di Torino che ieri sera ha confermato le condanne, ridefinite nel processo di appello, per sei ex manager del gruppo Ast, ritenuti a vario titolo responsabili dello spaventoso rogo che si sviluppò nel dicembre 2007 nell’acciaieria Ast di Torino, uccidendo 7 operai, l’ex ad di Ast, il ternano Marco Pucci (uno dei condannati), si è costituito poco fa, insieme al suo legale, presso la Questura di Terni. L’ingegnere ternano, la cui condanna definitiva è a 6 anni e 3 mesi, dovrebbe poi essere tradotto nella casa circondariale di Terni, a vocabolo Sabbione. Le operazioni del caso, come ufficiosamente conferma l’avvocato di Pucci, Attilio Biancifiori, sono tuttora in corso.

Gli altri manager condannati, oltre a Pucci, sono Harald Espenhahn, Gerald Priegnitz, Daniele Moroni (anch’egli ternano e anch’egli stanane si è presentato in Questura per le operazioni di rito), Giuseppe Salerno, Cosimo Cafueri. La pena più alta è per Hespenhahn, 9 anni e 8 mesi.

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere