CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Risparmio energetico, l’Umbria è sempre più verde

Interviste Extra

Risparmio energetico, l’Umbria è sempre più verde

Redazione
Condividi

di Marcella Cecconi

CogenLab s.r.l. è una società ESCo (Energy Service Company) con sede a Bettona. La sua attività comprende la progettazione, la realizzazione e la gestione di interventi di miglioramento dell’efficienza energetica. Mirco Salari è il direttore operativo dell’azienda e Roberto Fanini il direttore commerciale.

 

Dottor Salari cosa si intende quando si parla di efficientamento energetico?

Con il concetto di efficientamento energetico si intende l’utilizzo ottimale delle risorse energetiche a disposizione di un determinato soggetto (es. azienda), limitando gli sprechi e contenendo i consumi, nel rispetto del territorio. In altre parole si tratta di impiegare le migliori tecnologie esistenti sul mercato in maniera combinata ed intelligente al fine di conseguire un risparmio energetico ed economico, e arginando contestualmente l’impatto sull’ambiente.

Le fonti energetiche non rinnovabili (gas naturali, petrolio, carbone) si vanno progressivamente esaurendo e il futuro del nostro pianeta si prospetta alquanto incerto. L’efficientamento energetico può essere considerato una soluzione idonea ad affrontare ipotetiche crisi a venire?

Non solo l’efficienza energetica può essere vista come una soluzione, ma dovrà essere considerata la soluzione fondamentale in quanto lo sviluppo tecnologico e l’attuazione di comportamenti virtuosi diverranno le risposte vincenti alle problematiche energetiche future. Negli ultimi decenni abbiamo messo in discussione tutto il nostro modo di essere, a partire dai consumi quotidiani fino ad arrivare ad una presa di coscienza globale che concerne la salute del nostro pianeta. In questa prospettiva le politiche di utilizzo delle energie sono state rimodellate in funzione dei nuovi scenari, con un’attenzione particolare rivolta ai sistemi di produzione di energia rinnovabile decentralizzata che stanno diventando sempre più performanti. La rivoluzione in atto consentirà una democratizzazione della produzione di energia: il consumatore finale non sarà più semplicemente un soggetto passivo, ma si trasformerà in produttore attraverso l’interazione con reti intelligenti (smart grid) che consentiranno la gestione ottimale della produzione e dell’utilizzo energetico mediante sistemi di accumulo (storage).

La riduzione dei consumi, in una prospettiva energetica, significa preservare la salute della Terra e prendersi cura delle prossime generazioni. Quanto incidono le politiche di efficientamento energetico nell’ambiente?

L’efficientamento energetico è sicuramente importante per la salute del nostro pianeta, una salute messa a rischio dal repentino innalzamento delle temperature che è all’origine degli eventi climatici estremi degli ultimi anni (quali uragani, bombe d’acqua, eccetera). La comunità scientifica ha già riconosciuto la necessità di intervenire in maniera opportuna sull’emissione dei gas clima-alteranti, al fine di rallentare e contenere i loro effetti sul clima e sulla vita degli individui; a livello politico e governativo, invece, non c’è ancora unità di intenti e si stanno producendo dei gravi ritardi che impattano drammaticamente con i delicati equilibri del nostro ecosistema.

CogenLab è una delle poche realtà umbre che operano nell’ambito dell’efficientamento energetico. Dottor Fanini come nasce l’azienda e qual è la sua storia?

La Cogenlab S.r.l. nasce nel 2011, ma il know how apportato dal team di lavoro vanta un’esperienza ultra decennale. La storia dell’azienda segue di pari passo quella della mia famiglia. Mio nonno era un produttore di carbone, la fonte energetica più utilizzata per il riscaldamento delle abitazioni e per la cottura dei cibi fino agli anni ’50. Gli anni ’60 e ’70 hanno visto l’avvento del petrolio e l’utilizzo di caldaie funzionanti a gasolio; la mia famiglia ha intercettato questo cambiamento e ha ampliato la propria attività in funzione del nuovo scenario. Successivamente la ramificazione della distribuzione del gas metano ha introdotto un nuovo paradigma energetico che ha stravolto la situazione in essere, divenendo un potenziale pericolo per la nostra azienda. Per far fronte a ciò è nata l’idea di proporre sistemi di efficientamento energetico (cogenerazione) che, utilizzando il gas metano come combustibile, potessero consentire una forte riduzione dei costi, creando al contempo una nuova opportunità di business.

Da chi è composto il vostro team?

In CogenLab operano ingegneri, tecnici, consulenti commerciali e finanziari, specializzati in diagnosi energetiche, progettazione, costruzione, manutenzione e conduzione di impianti. La nostra attività richiede competenze multidisciplinari in grado di dominare ed intercettare le evoluzioni del settore in tempo reale. Grazie alle nostre peculiarità, siamo l’unica società europea selezionata da un gruppo industriale giapponese per lo sviluppo operativo degli studi del loro centro di ricerche.

Quali sono le soluzioni energetiche che offrite?

L’attuale periodo storico è testimone di una profonda transizione energetica. Lo sviluppo della tecnica si combina con un quadro legislativo e incentivante orientato al perseguimento degli obiettivi della strategia energetica nazionale ed europea al 2020; tale scenario ci induce a trovare soluzioni fortemente innovative, che integrano le diverse tecnologie efficienti e la gestione ottimale della produzione e del consumo di energia.

Dottor Salari la riduzione del consumo è già di per sé un guadagno. In un’azienda di medie  dimensioni, qual è il risparmio percentuale annuo che si può ottenere mettendo in atto le soluzioni da voi proposte?

Partendo dal presupposto che lavoriamo offrendo soluzioni personalizzate (cucite intorno al cliente) e che il nostro guadagno è commisurato all’effettivo risparmio economico dei clienti, l’esperienza accumulata mediante una casistica che supera le 300 diagnosi energetiche ci consente di parlare di una riduzione annua dei costi compresa tra il 30% e il 50%.

Chi sono i vostri clienti?

I nostri clienti sono piccole e medie imprese, aziende energivore, pubblica amministrazione, con un consumo annuo di energia superiore ai 50.000 euro.

In quali regioni italiane siete presenti e dove vorreste operare nel futuro?

L’azienda lavora con una clientela fidelizzata localizzata nel centro e nord Italia. Attualmente stiamo valutando delle proposte provenienti da alcune regioni del sud, ma, per quanto concerne il futuro, non escludiamo la possibilità di operare anche nei mercati esteri.

Dottor Fanini è corretto affermare che l’Umbria è più verde grazie a CogenLab?

Certo e non solo perché importanti gruppi industriali umbri hanno condiviso con noi il loro destino. Siamo una delle poche società ESCo (Energy Service Company) certificate ai sensi della UNI CEI 11352:2014 che operano come tale, e che investono e garantiscono il risultato atteso. Abbiamo costruito un Team interamente umbro che ogni giorno si confronta e compete con i più importanti gruppi nazionali e internazionali del settore. In termini ambientali CogenLab contribuisce alla mancata emissione in atmosfera di 3.200 tonnellate di CO2 annue solo nella nostra regione, una grandezza pari alla quantità di gas clima-alteranti assorbita in un anno da 3.300.000 metri quadrati di foresta (corrispondente alla superficie di 44 campi da calcio).

La vostra azienda è uno degli sponsor della Sir Volley Perugia. Com’è nata questa collaborazione?

La collaborazione è nata nel 2016 ed è stata ispirata da un progetto che idealmente coinvolge diverse realtà imprenditoriali del territorio, e che conferma e prosegue l’impegno della nostra azienda nei confronti dello sport.

 Dottor Fanini qual è la frase che ispira quotidianamente il suo lavoro?

“Non esistono problemi; ci sono soltanto soluzioni” André Gide.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere