CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Risarcimenti amianto a Terni e Narni, Bruschini: “Riprendere l’azione”

Cronaca e Attualità Terni Narni Orvieto Amelia

Risarcimenti amianto a Terni e Narni, Bruschini: “Riprendere l’azione”

Emanuele Lombardini
Condividi

NARNI – Il capogruppo di Forza Italia al Comune di Narni Sergio Bruschini interviene con un ordine del giorno sulla vicenda dei risarcimenti dovuti ai lavoratori che si sono ammalati per colpa della concentrazione di amianto e che invece sono stati esclusi. Una questione che in Umbria riguarda tre azienda in particolari: le Officine Grandi Riparazioni di Foligno, la ThyssenKrupp di Terni, la Sgl Carbon di Narni.

Bruschini, prendendo spunto dalle parole pronunciate dal presidente della seconda commissione regionale Eros Brega appunto in tema della presenza di amianto nei due stabilimenti ternani: “L’obiettivo della commissione è giungere quanto prima alla compilazione di un quadro regionale relativo alla presenza e alle problematiche dell’amianto. Entro settembre – ha assicurato – dovremo concludere la fase delle audizioni (che riprenderanno fin dalla prossima settimana, ndr) per arrivare ad una iniziativa legislativa che auspico unitaria, che possa tenere conto delle istanze e delle proposte che stanno emergendo, tesa a sortire una normativa nazionale che dia finalmente risposta ad una questione di civiltà e giustizia del diritto del lavoro”.

Il consigliere azzurro spiega che:  A questa iniziativa, lodevole e meritevole di essere perseguita con ogni coinvolgimento seguirono come giusto proposte, anche presso l’amministrazione comunale di Narni alla presenza di parlamentari,politici di ogni colore sindacati e tecnici. Ricordo al di la dei vari interventi che in quel contesto si succedettero, importante fu la relazione del direttore dell’Ispettorato nazionale del lavoro Massimo Pennesi che  definì ‘particolarmente attuale’ questa iniziativa della seconda commissione, dato che “negli ultimi mesi a livello nazionale c’è stata una ripresa del contatto con le istituzioni governative su questo tema, perché a fronte del piano nazionale dell’amianto, documento faticosamente messo a punto negli anni passati, in realtà l’attenzione nella fase attuativa si è sostanzialmente allentata. su forte spinta delle associazioni, anche a livello di governo è stato costituito un comitato interistituzionale, composto da tutte le amministrazioni ed allargato al coordinamento tecnico delle e ad altre rappresentanze e delle regioni”.

Accelerare. “Ora – dice Bruschini – considerata la situazione occupazionale delle aziende in forte crisi, e soprattutto l evidente discriminazione rispetto ad altre realtà,e situazioni ove i benefici dell amianto sono stati concessi. E tenuto conto delle dichiarazioni del presidente della seconda commissione, cisto che siamo ormai ad un anno trascorso da quanto predetto, sollecito e propongo al consiglio comunale un ordine del giorno nel quale: si dia da subito  attuazione a quanto solennemente promesso; che i rappresentanti delle aziende e dei lavoratori e dei comuni interessati siano di nuovo convocati in seconda commissione per fare il punto sullo stato dell’arte; che la Regione elabori una delibera ove si attivi da subito tutti i percorsi istituzionali previsti al ministero preposto e agli istituti coinvolti”.

·

Tags:
Emanuele Lombardini
Emanuele Lombardini

Giornalista, cittadino d'Europa

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere