CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Riqualificazione urbana e promozione del territorio, accordo fra quattro comuni

Economia ed Imprese

Riqualificazione urbana e promozione del territorio, accordo fra quattro comuni

Redazione economia
Condividi

PERUGIA – Firmato questa mattina a Perugia, presso la sede regionale dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani), il protocollo d’intesa tra Comune di Perugia, Anci Umbria, Confcommercio (imprese per l’Italia della Regione Umbria), ed i Comuni di Corciano, Narni e Terni per la promozione di iniziative nell’ambito della strategia Europa 2020. A sottoscrivere l’atto sono stati il sindaco di Perugia Andrea Romizi, il presidente Anci Francesco De Rebotti (sindaco di Narni), il presidente della Confcommercio Umbria Giorgio Mencaroni, il sindaco di Corciano Cristian Betti, gli assessori del Comune di Terni (Commercio ed Artigianato) Daniela Tedeschi e del comune di Narni (industria ed artigianato) Marco De Arcangelis

Si tratta dell’atto finale di un protocollo sottoscritto l’anno scorso a livello nazionale fra l’Anci e la Confcommercio, volto ad avviare azioni di promozione della dimensione urbana delle politiche comunitarie, dando vita ad una serie di attività orientate a conseguire risultati in sintonia con gli obiettivi della strategia Europa 2020, che possano mettere in luce le capacità attrattive dei comuni coinvolti, sotto vari profili. Un progetto che prevede azioni comuni in tema urbanistico, locativo, di individuazione delle merceologie mancati o scarsamente presenti. Il tutto collaborando nella definizione di progetti integrati condivisi finanziati attraverso fondi europei.

E’ stata sancita la nascita di un tavolo di coordinamento che, riunendosi con cadenza periodica, svilupperà le azioni descritte, onde favorire il raggiungimento di specifici obiettivi. Tra questi: la riqualificazione e rigenerazione sociale ed economica delle aree urbane, l’aumento dell’attrattività del sistema economico urbano, la presenza di funzioni e servizi di prossimità al cittadino, la valorizzazione dei carattere e delle attività specifiche del territorio.

Interventi. Il presidente di Anci Umbria Francesco De Rebotti  ha parlato di un protocollo importante, tramite il quale si punta a mettere in campo azioni straordinarie sia in favore dei cittadini che per far diventare il commercio una fonte di sviluppo turistico. Da oggi, su queste basi, parte un impegno comune per consentire al protocollo di avere attuazione in coerenza con le azioni che si stanno sviluppando e si svilupperanno a livello regionale e territoriale.

Il presidente di confcommercio Umbria Giorgio Mencaroni ha sottolineato che l’obiettivo primario dell’accordo è di combattere la desertificazione nei centri urbani, termine con cui non devono intendersi solo i centri storici. Una riqualificazione e rigenerazione che a suo dire deve essere intesa soprattutto dal punto di vista sociale ed economico e non solo urbanistico. In sostanza una sfida importante che l’Umbria vuol vincere diventando così un modello a livello nazionale.

Il sindaco di Perugia Andrea Romizi, ha focalizzato il proprio intervento soprattutto sul metodo, da lui ritenuto innovativo. “Troppo spesso – ha commentato – quando mancano le risorse, si creano facili alibi per “non fare”. Questo attendismo va abbandonato e dobbiamo essere in grado di metterci in gioco sviluppando la creatività e le idee”. Quella oggetto del protocollo – secondo il pensiero del sindaco – è una sfida che Anci e Confcommercio hanno accolto, spronando i Comuni a collaborare con l’obiettivo di contrastare l’impoverimento e la desertificazione di parti importanti della città; uno scopo che si potrà raggiungere seguendo un metodo virtuoso, quello dell’ascolto: “vogliamo andare sul territorio per raccogliere le istanze dei cittadine affinché poi possano essere rielaborate con l’ausilio di tecnici esperti ed Istituzioni come l’Università”. Un metodo – ha chiarito Romizi – che il Comune di Perugia sta seguendo da tempo e che intende potenziare ulteriormente.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere