CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Rinascita post sisma, Tajani e Navracsics a Norcia: “Questa terra non deve essere abbandonata”

EVIDENZA Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Politica Extra Città

Rinascita post sisma, Tajani e Navracsics a Norcia: “Questa terra non deve essere abbandonata”

Redazione
Condividi

(foto da Facebook: Norcia Daily)

NORCIA – L’Unione europea torna a stringersi intorno a Norcia e alle zone colpite dal terremoto. Ricostruzione, solidarietà, cultura e futuro. Questi sono solo alcuni dei temi al centro della due giorni in due importanti centri umbri presenti nel cratere del terremoto – come Norcia e Spoleto, del presidente dell’Europarlamento, Antonio Tajani, e del commissario europeo all’istruzione, cultura, Tibor Navracsics.

L’Europa c’è Nel pomeriggio di lunedì, Tajani e Navracsics, sono stati protagoniste del dialogo ‘Costruire un’Europa migliore con i cittadini per le generazioni future’. “La vicinanza dell’Europa ai territori colpiti dal sisma non è soltanto economica ma anche spirituale”, ha affermato il presidente del parlamento continentale poco dopo il suo arrivo nella città di San Benedetto. Secondo Tajani, la buona politica deve stare a stretto contatto con i cittadini: “E’ nostro dovere ascoltare i cittadini – ha aggiunto -, per prendere decisioni sagge che allevino la sofferenza delle popolazioni colpite”.

tajani-navracics

Maxi aiuto  Il numero uno del Parlamento europeo ha ricordato un appuntamento importante per la rinascita dei territori terremotati: “Portiamo buone notizie dal punto di vista economico. Il Parlamento europeo approverà lo stanziamento di 1,2 miliardi dal fondo solidarietà. Ringrazio come parlamentare eletto il commissario per la sensibilità dimostrata e la decisione di organizzare l’incontro con i cittadini qui a Norcia, a dimostrazione che le istituzioni sono vicine ai cittadini. Non bisogna abbandonare questa terra”.

Norcia capitale europea della Solidarietà Dallo scorso 17 agosto, 16 giovani volontari provenienti da Paesi dell’Unione, sono nel centro della Valnerina per prestare la loro opera di aiuto nella ricostruzione e nella rinascita. Un’altra importante testimonianza, che proietta Norcia verso la nomina a prima Capitale europea della Solidarietà: “In linea di principio – ha affermato il commissario Navracsics, anche se finora non è stato deciso, è una buona idea pensare a una capitale europea della solidarietà e in questi termini Norcia è un ottimo simbolo”.

volontari-norcia

Macerie Durissimo il commento di Tajani sulla copiosa presenza di detriti ancora non rimossi: “E’ inconcepibile che ci siano ancora macerie. E’ una vergogna purtroppo italiana, bisogna cambiare le regole. E’ una questione di buonsenso – ha proseguito -, spesso non si può
procedere a rimuovere le macerie, perché occorre trovare gli eredi dei proprietari delle case. In Italia abbiamo dei centri storici che sono spesso medievali, romani o addirittura
preromanici. Non si tratta di ricostruire una casa come avviene in Giappone. Ricostruire una casa che ha fondamenta romane e una sovrastruttura medioevale è molto più difficile”.

Il grazie del sindaco Alemanno “L’Europa e Norcia si incontrano ancora un’altra volta qui, in questa piazza ferita che riesce a trasmettere grande emozione”, così il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, ha voluto ringraziare il presidente Tajani, il commissario Navracsics e tutti coloro che hanno voluto prendere parte all’incontro. “L’Unione europea è stata sempre vicina a noi, a partire dal presidente della Commissione, Juncker, che ha annunciato impegno a ricostruire la Basilica di San Benedetto, patrimonio culturale e spiriturale non solo città ma dell’intero nostro continente. E’ una vera e propria emozione sentir parlare di Europa a Norcia. Tutto qui sa di Europa”.

tajani-barista

Il caffè al primo cittadino  Poco prima dell’inizio dell’incontro in piazza San Benedetto, Tajani si è cimentato barista all’interno di un locale del centro storico nursino, accompagnato dal suo entourage e dagli amministratori locali. Il numero uno dell’assemblea di Strasburgo ai proprietari del bar ha chiesto a sorpresa di potersi cimentare alla macchina del caffè, preparando un espresso poi bevuto dal sindaco Alemanno.

Domani a Spoleto Tajani e Navracsics nel pomeriggio del martedì saranno a Spoleto. Il programma prevede la visita alle ore 16 del deposito di sicurezza per i beni culturali di Santo Chiodo, dove sono conservati i beni storico artistici, librari e documenti storici recuperati dai luoghi del terremoto. In seguito la delegazione si recherà nel centro storico di Spoleto per una vista ai principali monumenti del patrimonio storico della città.

 

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere