CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Rimpasto a palazzo Spada, l’assessore Armillei: mi è stata annunciata una telefonata del sindaco

Politica Extra EVIDENZA2

Rimpasto a palazzo Spada, l’assessore Armillei: mi è stata annunciata una telefonata del sindaco

Andrea Giuli
Condividi

L'aula del consiglio comunale di Terni

TERNI – Potrebbe essere una telefonata di cortesia, oppure per sapere se è davvero bello come si dice il centro storico di Cagliari. Ma è più probabile che nelle prossime ore la telefonata del sindaco Di Girolamo all’attuale, suo assessore alla Cultura, Giorgio Armillei (in questi giorni proprio nel capoluogo sardo per una missione istituzionale), avrà un contenuto un pò diverso. Magari per ringraziarlo dello splendido lavoro fatto con dedizione, ma che le condizioni sono mutate rispetto a due anni e mezzo fa e che, dunque, si prepara a rimuoverlo dalla giunta comunale. O forse no. Chissà.

Perchè questo ad oggi è il solo fatto acclarato. Lo conferma per telefono lo stesso Armillei: “Rientro da Cagliari domenica prossima, so solo che mi ha contattato il portavoce del sindaco annunciandomi a breve una telefonata di quest’ultimo che non ho ancora ricevuto. Non so altro. Attendo questa telefonata tranquillamente”. Insomma, Armillei non esclude di poter fare gli scatoloni, ma in questo preciso istante ammette che potrebbe succedere di tutto e il suo contrario. “È solo nelle prerogative di legge del sindaco – aggiunge – poter nominare e rimuovere i suoi assessori”.

L’altro fatto è che l’assessora al commercio, Daniela Tedeschi (l’altro membro di Giunta in predicato di dire addio, insieme alla collega Carla Riccardi, titolare della Scuola) e’ in ferie e non tornerà prima di diversi giorni. Lei dice di non sapere nulla.  I rumors, più o meno autorevoli, sono ormai battenti e dicono che il sindaco cambierà la Giunta il prossimo primo agosto, giorno del probabilmente ultimo consiglio comunale prima delle ferie estive. La versione prevalente dei ‘bene informati’ è che Di Girolamo cambierà i tre assessori suddetti per sostituirne solo uno (con mossa eventualmente popolare in termini di tagli ai costi della politica). La possibile new entry, si dice, sarebbe quella dell’architetto Anna Amati, 50enne ternana di buona e conosciuta famiglia borghese, manager di Meta Group, esperta di finanziamenti comunitari e progetti sperimentali anche nella Cultura, tanto da aver collaborato con lo stesso Armillei nel team ristretto che aveva istruito la pratica “Terni capitale della cultura”.

Che sia la Amati a sostituire Armillei? Vicina al Pd, ma indipendente come Armillei, con l’assessore attuale ha in comune – si dice – un certo caratterino volitivo e spigoloso. Ma è donna che sa sincuramente il fatto suo e che, per la sua esperienza professionale, potrebbe tornare utile al sindaco. È anche vero però che non tutto è così scorrevole. La stessa Anna Amati, secondo taluni, non sarebbe poi così euforica di fare codesta esperienza. Inoltre, tra i tre presunti assessori in partenza, Armillei è oggettivamente l’unico che può presentare un certo peso politico negli equilibri dei vari capi bastone del Pd locale (Armillei e’ molto vicino al senatore Rossi). Certo, nessuno è indispensabile e anche Armillei può essere sacrificato sull’altare di accordi politici nell’attuale magma regnante tra i democrat umbri. Del resto, lunedì primo agosto è vicino. E Di Girolamo ci ha abituato a sapienti manovre ultra-dilatorie, come a più o meno improvvisi cambi radicali. Festeggeremo l’Assunta con una nuova Giunta, ma non è escluso nemmeno che se ne parli a settembre. A ottobre, a novembre….

Tags:
Andrea Giuli
Andrea Giuli

Redattore

  • 1

Ti Potrebbe anche Piacere