CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ricostruzione post sisma, sette milioni per ricostruire l’ospedale di Norcia: fine lavori 2023

EVIDENZA Foligno Spoleto

Ricostruzione post sisma, sette milioni per ricostruire l’ospedale di Norcia: fine lavori 2023

Redazione
Condividi
Vigili del fuoco a Norcia
Vigili del fuoco a Norcia

NORCIA – La ricostruzione dell’ospedale di Norcia entro il 2023. Questo il timing emerso a margine del summit in Regione sui circa 7 milioni di interventi post sisma del nosocomio del borgo terremotato che saranno suddivisi in due step: prima il restauro e il consolidamento della parte vecchia e poi la costruzione della nuova ala, così da non sospendere mai l’erogazione dei servizi sanitari.

Sette milioni I dettagli sono contenuti in una bozza di protocollo di intesa vagliato a palazzo Donini nell’ambito di un confronto cui hanno partecipato anche la presidente Donatella Tesei e il sindaco Nicola Alemanno, con le parti che ora dovranno procedere all’esame e alla presentazioni delle eventuali osservazioni prima di affidare gli interventi di progettazione di ricostruzione post sisma. “È stata presentata l’ipotesi di master plan sulla quale avevamo lungamente discusso e che prevede – ha detto Alemanno – una spesa di massima oggi stimata in circa 7 milioni di euro, oltre al milione della donazione del Kuwait di cui dispone il Comune di Norcia, per l’acquisto di attrezzature all’avanguardia”.

Casa dI riposo Al tavolo si è anche discusso dell’azienda pubblica per i servizi alla persona Lombrici-Fusconi-Renzi, con la residenza protetta che sarà delocalizzazione nella struttura a fianco del vecchio edificio in viale Lombrici a Norcia. L’intervento è seguito dall’assessore comunale Giuseppina Perla, che ha spiegato come Tesei abbia “dato l’ intesa alla Protezione civile nazionale, che ha firmato l’ordinanza, attualmente in bollinatura al ministero dell’Economia e delle Finanze per la delocalizzazione: il welfare e i servizi socio sanitari e assistenziali sono fondamentali – ha detto Perla – per far ripartire il nostro territorio, ne siamo pienamente consapevoli e continuiamo a lavorare con determinazione per riportare in città anche i nostri anziani”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere