lunedì 27 Settembre 2021 - 08:06
15.3 C
Rome

Ricostruzione post sisma, quattro ordinanze speciali per Norcia, Cascia, Preci e Castelluccio

Sono state illustrate martedì mattina in una video-conferenza stampa dalla presidente della Regione Tesei

NORCIA – Riguardano la ricostruzione post-sisma di Norcia, Cascia, Preci e Castelluccio, quattro ordinanze speciali che sono state illustrate martedì mattina in una video-conferenza stampa. Interesseranno in particolare il recupero degli ospedali e dei poli scolastici delle città di San Benedetto e Santa Rita, ma anche l’ abbazia di Sant’ Eutizio di Preci. Castelluccio “diventerà un cantiere simbolo a livello mondiale, con un unico progettista che disegnerà l’ intero recupero del borgo”, ha spiegato Stefano Nodessi, responsabile dell’ Ufficio speciale per la ricostruzione dell’ Umbria terremotata nel corso della conferenza stampa a cui hanno preso parte anche la presidente della Regione esei e i sindaci Nicola Alemanno (Norcia), Mario De Carolis (Cascia) e Massimo Messi (Preci).

La Basilica Un discorso a parte è stato fatto per la ricostruzione della Basilica di San Benedetto che già segue un suo iter e “contiamo, entro la fine dell’ estate, di vedere installata la gru nell’ area della stessa basilica, anche se di fatto il suo recupero è avviato” ha sottolineato Alemanno. Tutti e tre i sindaci hanno rimarcato come “la ricostruzione privata sia ormai decollata”, con De Carolis che si è detto molto fiducioso anche per l’ accelerazione della pubblica. Cantieri, ha detto Nodessi, che avranno il loro avvio entro i primi mesi del 2022 e da un conto sommario, ad oggi, richiederanno un investimento superiore ai 160 milioni di euro. “Arriveranno fondi che consentiranno anche la ricostruzione del tessuto economico dela Valnerina“, ha spiegato Tesei, aggiungendo: “Dobbiamo fare in modo di riportare in queste terre quelle famiglie che subito dopo il sisma avevano deciso di andarsene. Dobbiamo – ha aggiunto la governatrice – bloccare lo spopolamento, ma invertire la tendenza attraverso servizi e nuove opportunità”.

Tempistica In conferenza si è parlato anche di tempistiche, una certa è stata data per il recupero di Sant’ Eutizio: da quando saranno appaltati i lavori ci vorranno due anni e mezzo per completarli. Infine, è stato detto da Nodessi, verranno recuperati anche i danni lievi subito da 51 plessi scolastici umbri fuori dal cratere sismico, a tal proposito sono stati chiesti 270 milioni di finanziamento.

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img
- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi