CARICAMENTO

Scrivi per cercare

Ricostruzione post sisma, Paola De Micheli nuovo commissario: “Nostro obiettivo far rinascere i territori”

EVIDENZA Cronaca e Attualità Foligno Spoleto Extra Città

Ricostruzione post sisma, Paola De Micheli nuovo commissario: “Nostro obiettivo far rinascere i territori”

Redazione
Condividi

PERUGIA – Paola De Micheli raccoglie il testimone da Vasco Errani ed è il nuovo commissario governativo alla Ricostruzione. La nomina dell’attuale sottosegretario all’Economia del governo Gentiloni, è arrivata nel corso del Consiglio dei Ministri che si è tenuto nella mattinata dell’8 settembre. Piacentina, classe 1973, De Micheli è laureata in Scienze politiche all’Università del Sacro Cuore di Milano. Eletta per la prima volta alla Camera dei Deputati nel 2008 nelle liste del Partito democratico, è stata riconfermata deputata del Pd nella tornata elettorale del 2013. Il 31 ottobre del 2014, è entrata a far parte del governo Renzi come sottosegretario al Mef. Occupa, poi, lo stesso ruolo anche nell’esecutivo guidato da Paolo Gentiloni. Spetterà a lei, quindi, gestire l’intera fase della ricostruzione post sisma nelle aree del Centro Italia colpite dai terremoti del 2016 e 2017.

Le prime parole del neocommissario “E’ un incarico importante e gravoso. Lo affronterò con umiltà e determinazione. Non mi occuperò solo della ricostruzione materiale delle zone colpite dal sisma, ma anche della rinascita civile e sociale delle comunità”, queste le prima parole di De Micheli da neocommissario alla Ricostruzione. “Sono onorata del ruolo che il governo ha deciso di assegnarmi – prosegue – e consapevole che partiamo con un’impostazione legislativa poderosa e realizzata in tempi assai rapidi grazie all’azione dell’esecutivo Renzi e di quello Gentiloni. Credo che l’intervento nei territori colpiti dal sisma passi non solo dalla ricostruzione materiale e urgente delle case, delle attività produttive, delle scuole e degli altri edifici pubblici, ma anche dalla rinascita delle prospettive di vita e di lavoro delle comunità e delle popolazioni”. “Ricostruire sarà un impegno – continua – che mi vedrà per tanto tempo sulle zone del terremoto e credo che i piacentini, con la loro generosità e intelligenza, sapranno aiutarmi e sostenermi”. “Cercherò di tenere fuori il tema della ricostruzione – conclude – dalle vicende elettorali, perché aiutare la ripresa delle zone colpite dal sisma è un patrimonio di tutti e non solo delle istituzioni e di coloro che sono coinvolti in prima persona”.

Tags:

Ti Potrebbe anche Piacere