domenica 5 Dicembre 2021 - 09:49
14.5 C
Rome
- Pubblicità -spot_img

Ricostruzione post sisma, Legnini: “Venti miliardi di euro per la ricostruzione privata”

Martedì mattina a Camerino 'evento organizzato dalle Anci regionali di Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria, in collaborazione con Anci nazionale, per fare un bilancio a cinque anni dal terremoto

CAMERINO – “Le risorse stanziate all’inizio del percorso della ricostruzione privata saranno sufficienti fino alla prossima primavera, dopodiché occorrerà il rifinanziamento. Le richieste di contributo arrivate ci dicono che per ricostruire il patrimonio edilizio privato, nelle quattro regioni del Centro Italia, occorreranno circa 20 miliardi di euro”. Così il commissario straordinario alla ricostruzione post sisma, Giovanni Legnini, martedì mattina a Camerino, a margine dell’evento organizzato dalle Anci regionali di Abruzzo, Marche, Lazio e Umbria, in collaborazione con Anci nazionale, per fare un bilancio a cinque anni dal terremoto.

La presidente Tesei

Nella prima sessione dei lavori ha preso parte in video collegamento la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, per la quale “l’obiettivo comune è quello di velocizzare la ricostruzione e in tal senso ci siamo adoperati sin dal nostro insediamento: a oggi abbiamo ottenuto già buoni risultati, ma continuiamo ad avere costanti interlocuzioni con il governo  per accelerare quanto più possibile e mi auguro, e sono certa sarà così, che nel 2022 vedremo molti cantieri anche in merito alla ricostruzione pubblica. Con i presidenti delle Regioni del Centro Italia – è andata avanti – ci stiamo adoperando, anche sui tavoli nazionali, affinché si possa colmare quel gap infrastrutturale che da sempre caratterizza le nostre regioni, puntando non solo sui collegamenti verticali, ma anche su quelli orizzontali, così da poter mettere in connessione le zone appenniniche e raggiungere l’obiettivo, accanto alla ricostruzione materiale, anche della ricostruzione sociale delle comunità”.

Presente Anci Umbria

A Camerino era presente anche il presidente di Anci Umbria, Michele Toniaccini, che ha evidenziato come “solo un anno fa la ricostruzione era definita la grande incompiuta: oggi, i lavori stanno procedendo speditamente”. Toniaccini ha poi parlato del Pnrr e in particolare del ruolo dei Comuni “che devono avere voce in capitolo, devono farne parte a tutti gli effetti, non come spettatori, ma come parte attiva”. Sul punto anche il sindaco di Norcia Nicola Alemanno secondo cui “il Pnrr aiuterà significativamente la ripresa definitiva di questi territori, insieme ai molteplici progetti ormai concreti e visibili con la presenza dei cantieri”.

 

- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

More articles

- Pubblicità -spot_img

Ultima Ora

Agi